Moto3, GP del Qatar: Romano Fenati primo al termine delle prove libere
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sotto i riflettori del Losail International Circuit, lo Sky Racing Team VR46 tinge d’azzurro la parte alta della classifica: Romano Fenati conquista il primo posto anche al termine dell’ultima sessione di prove libere con il tempo di 2’06.121.

Fenati-moto-21mar2014

“Stiamo lavorando bene, ma quello che conta è migliorarsi costantemente – il commento a fine giornata di Romano – Oggi abbiamo raggiunto un obiettivo importante, concludendo per la terza volta in testa, all’esordio stagionale su un circuito di difficile interpretazione come questo. Domani scenderemo in pista per dare il 100%”. 

Dopo aver chiuso davanti a tutti le prime due sessioni, Fenati continua a stupire con una performance emozionante, portando in alto i colori dell’Italia insieme a Francesco Bagnaia, secondo degli azzurri nella parte alta della classifica con 2’06.439. Pecco ha chiuso la giornata all’ottavo posto, subito dopo i sei concorrenti esteri. I giovani piloti di un progetto tutto incentrato sulla valorizzazione del loro talento iniziano a raccogliere i primi risultati, con la pista di Losail illuminata dalle luci nella notte e dall’entusiasmo dei suoi protagonisti.

“È stata una buona giornata anche oggi, abbiamo fatto piccole mosse di set up e abbiamo provato con entrambi i piloti la moto in configurazione gara – spiega il team manager Vittoriano Guareschi -. Romano ha girato costantemente con un passo importante e anche Pecco è riuscito a migliorarsi e a migliorare il suo tempo di otto decimi. Domani avremo una sessione di qualifiche in cui sarà importante segnare un buon tempo per partire in una buona posizione in griglia”.         

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi