Ti piace questo articolo? Condividilo!

La Padania e’ stata sorteggiata nel girone eliminatorio del Gruppo C, con Darfur United e Quebec. I canadesi francofoni sono tra gli outsider per la Coppa del mondo Conifa 2014 per nazioni non riconosciute, che si disputera’ a Östersund, in Lapponia, dal 1° all’8 giugno.

La Padania sara’ guidata dall’allenatore Mauro Bertoni, allenatore professionista di seconda categoria Uefa A, attualmente in forza gli allievi della Cremonese, che, insieme al selezionatore John Motta, forma il team tecnico.

La Padania parte favorita, sulla scorta dei tre titoli conquistati in altrettante precedenti edizioni, ma dovra’ vedersela con Occitania, Kurdistan e Isola di Man, oltre che contro le outsider che arrivano dall’America (Quebec), dall’est Europa (Nagorno Karabakh), e dall’Asia (Tamil).

Giovedi’ sera ad Acqui Terme si terra’ uno stage per selezionare uno dei “magnifici 19” che parteciperanno alla spedizione mondiale in Svezia. I giocatori che avranno presentato la candidatura per la selezione, disputeranno una partita amichevole allo Stadio comunale Jona Ottolenghi contro la squadra juniores dell’Acqui Calcio, alla presenza del selezionatore padano Giovanni Motta.

Gli aspiranti “nazionali” biancoverde, possono contattare direttamente lo staff di Padania Fa tramite il sito Internet o il profilo Facebook Padania Fa, o comunicare la propria presenza via email all’indirizzo info@padaniasports.it. Stesso discorso per chi volesse organizzare un torneo, iscrivere una squadra ai campionati italiani, o costituire una federazione regionale o provinciale.

 

Gironi eliminatori Mondiali di calcio Conifa 2014:

Gruppo A
Tamil Eelam
Aramean Suryoye
Kurdistan

Gruppo B
Abkhazien
Occetania
Saepmie

Gruppo C
Darfur United
Quebec
Padania

Gruppo D
Ellan Vannin
Nagorno Karabakh
Zanzibar

 

Fonte:voceditalia.it

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi