Seedorf dopo Firenze: “Farò i miei errori, ho tanto da imparare ancora da allenatore”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

 L’allenatore del Milan Clarence Seedorf ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport HD nel post partita di Fiorentina-Milan.

La vittoria.

È stata certamente una bellissima vittoria, credo che la squadra sia stata veramente molto brava in questi giorni a reagire e a ottenere due bei risultati.

Tra le risposte che ti aspettavi ce n’è una che ti ha colpito in particolare stasera?

No, assolutamente la prestazione della squadra, come si sono aiutati, come si sono comportati in tutti i momenti della partita. La Fiorentina è una grande squadra, ho sempre ammirato il gioco che hanno espresso negli anni passati. Per noi una motivazione in più, ho visto una parte dei ragazzi tirare fuori il meglio e vincere, ci sono riusciti e faccio loro i complimenti.

Questa è una vittoria per te?

No, io vivo la vittoria per il Milan, per tutti i milanisti, prodotto di questi ragazzi che dimostrano veramente di avere tanto cuore. Nei momenti difficili si sono ricompattati, abbiamo lavorato insieme. Abbiamo anche avuto modo di dedicare questa vittoria a un altro grande milanista che ci ha lasciato un anno fa, Claudio Lippi. È una serata bella per tutti i milanisti.

Ritieni che sia servita l’amarezza di essere usciti dalla Champions?

No, diciamo che cerco di tenere motivati tutti. Avevo detto che Pazzini ha fatto un’ottima gara contro la Lazio e oggi abbiamo cambiato pochi uomini che hanno aiutato abbastanza. Devo fare i complimenti per lo spirito perché la compattezza ti porta poi anche sicurezza e oggi abbiamo visto questo da parte del Milan.

Qual è la critica che ti ha profondamente irritato in modo particolare?

Purtroppo ci sono molte cose false che vengono dette. Io sono una persona che è molto aperta alle critiche, purché siano costruttive e basate su fatti. Ma quando c’è solo l’attenzione nel creare delle polemiche non mi preoccupo più di tanto, questo non mi può irritare perché ho un altro obiettivo: quello di dare il meglio per la squadra e prepararla sotto tutti i punti di vista per le gare. Non fa piacere quando sai che ci sono delle cose che vengono dette con certezza come se fossero vere mentre invece sono false. Purtroppo dobbiamo convivere queste cose, io cerco di mantenere un mio equilibrio in questo.

Non voglio fare polemica, non mi piace. Io ho la coscienza pulita e cerco di guardare tutti negli occhi nella mia vita perché così sono cresciuto e così andrò avanti. Farò i miei errori, ho tanto da imparare ancora da allenatore e non vedo l’ora di ripartire per preparare la prossima gara.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi