Che giganti i Seamen Milano in Alto Adige!
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Più giganti dei giganti. Seamen Milano più grandi dei Giants, delle loro lecite aspirazioni, delle maestose montagne che fanno da incantevole contorno allo stadio Europa.

I Seamen tornano da Bolzano con tanti sogni e una convinzione, quella di essere ancora, l’unica, vera, alternativa al dominio ducale, depositari di un grande passato e di un progetto che, per quanto già vincente, è ancora agli albori. La vittoria in Alto Adige ha i contorni per la sceneggiatura di un film sul football con i “Marinai” avanti 3 a 0 grazie a un field goal di Stefano Di Tunisi, la rimonta dei padroni di casa con un touchdown che è il risultato di un intercetto riportato per 80 yarde, occasioni vanificate dalla difesa atesina e il drive perfetto a un minuto dal termine.

Foto cortesia di Dario Fumagalli (Ufficio stampa Seamen Milan)
Foto cortesia di Dario Fumagalli (Ufficio stampa Seamen Milan)

 

Già, il drive perfetto, quello che ti permette di recuperare la palla sulle tue dodici yarde, con sessanta secondi o poco più sul cronometro e di convertirlo con quattro giochi in sei punti sonanti, grazie all’estro del giovane Andrea Fiammenghi e al sapiente piede di Stefano Di Tunisi a fissare lo score sul 7 a 10. Tante le chiavi di lettura del match, dai due intercetti patiti da Jonathan Dally, il primo costa sette punti, il secondo ne azzera altrettanti con la palla che cambia di possesso nell’end zone avversaria, all’improduttività offensiva dei Giants, la meta arriva solo su turn over, ad esaltare le virtù della difesa blue navy in cui Marco Aletti e Matteo Pegoraro, altro sack a statistica, fanno la voce grossa. Quello che risulta chiaro è che il successo è frutto della caparbietà di una squadra che ha cambiato totalmente faccia, sia rispetto alla scorsa stagione, già positiva, sia in riferimento all’esordio nel quale i Seamen avevano patito la sudditanza psicologica nei confronti dei Panthers. Altra squadra, altre ambizioni, altri traguardi.

La Milano blue navy issa la bandiera del secondo posto con un occhio maggiormente rivolto verso la vetta, occupata dalle pantere parmensi, che verso il resto della classifica che, dopo lo stop imposto ai Giaguari, cerca un’alternativa alle ambizioni che corrono sulla via Emilia. Sempre per restare sulla medesima rotta a Milano, sabato prossimo, arriveranno i Warriors Bologna per un remake di una sfida classica dalla quale lo “spaghetti football” non può prescindere.

Giants Bolzano – Seamen Milano 7-10  (0-0  7-3  0-0  0-7)

Classifica Prima Divisione: Panthers e Seamen 6, Giaguari 4, Giants, Dolphins, Lions, Warriors, Briganti e Rhinos 2, Aquile e Marines 0

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi