Lampre-Merida: Giro di Romandia, Ferrari 15° nella seconda tappa
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Albasini lascia ancora il segno nel Giro di Romandia, andando a vincere anche la 2^frazione, 166,5 km da Sion a Montreux.

(foto da: teamlampremerida.com)
(foto da: teamlampremerida.com)

 

Tappa dal profilo altimetrico mosso, che ha smascherato quei velocisti non ancora in perfetta condizione: non tutte le ruote veloci del gruppo sono infatti riuscite ad arrivare a giocarsi le proprie carte allo sprint.

Era presente nelle prime posizioni invece Roberto Ferrari, brillante sulle asperità di giornata, ma poi chiuso al momento di lanciarsi in volata.

Il velocista della LAMPRE-MERIDA ha tagliato il traguardo in 15^posizione, Rui Costa in 33^piazza. Albasini è anche il nuovo capoclassifica nella graduatoria generale, il campione del mondo sale all’11° posto (+21″).

Il ds Matxin sulla prestazione di Ferrari:

“Oggi Ferrari è stato fortissimo lungo tutto il nervoso tracciato della tappa, davvero bravo a superare le salite di giornata e a presentarsi fresco nel finale. La volata è stata strana, tanti corridori hanno rimontato da dietro, favoriti dal percorso, andando a prendere posizione in testa al gruppo a discapito dei velocisti che si erano già portati avanti. Ferrari non è riuscito a trovare spazio per superare le file di corridori davanti a lui, si è dovuto accontentare di fare una volata per le posizioni di rincalzo. La gamba mostrata oggi, comunque, offre alla squadra buone garanzie in vista del Giro d’Italia. Bene anche Rui Costa, sempre posizionato opportunamente in gruppo e con il morale in continua crescita. Attenzione, anche per Rui, alla tappa di domani nella quale, considerando il possibile maltempo, potranno incidere più le discese che le salite”.

ORDINE D’ARRIVO
1- Albasini 4h12’22”
2- Hurel s.t.
3- Nizzolo s.t.
4- Tsatevich s.t.
15- Ferrari s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1- Albasini 6h29’50”
2- Kwiatkowski 5″
3- Navardauskas 10″
4- Herrada 11″
11- Rui Costa 21″

 

Andrea Appiani

Carlo Saronni

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi