55° Trofeo Bonfiglio: fuori Baldi clamorosamente, sorprende Roncalli

È un day 2 shock quello che scuote il 55° Trofeo Bonfiglio. La sorpresa è di quelle negative, e a firmarla – suo malgrado – è stato proprio Filippo Baldi.

Filippo Baldi (foto da: Ufficio Stampa Trofeo Bonfiglio)
Filippo Baldi (foto da: Ufficio Stampa Trofeo Bonfiglio)

 

L’azzurro più atteso della vigilia ha steccato all’esordio contro il colombiano Luis Valero, bravo a rimanere attaccato al match nonostante un avvio difficile. Sì, perché l’azzurro, diventato testa di serie (n.17) dopo il forfait del brasiliano Marcelo Zormann, si è portato avanti di un set prima di lasciare strada con il punteggio di 3-6 6-2 7-6.

Una sconfitta che brucia ancora di più se si considera che il 18enne lombardo ha avuto anche un match point, sul 5-4 del terzo set, ottimamente annullato con servizio e diritto dal sudamericano. Gli ottavi di finale dello scorso anno (sconfitta dal futuro vincitore tedesco Alexander Zverev) resteranno così il miglior risultato di sempre del vigevanese agli Internazionali d’Italia junior in tre partecipazioni.

Ma per una sorpresa negativa, eccone una positiva. L’autografo è di Simone Roncalli, che supera il primo turno sfruttando il ritiro della testa di serie numero 14 del tabellone, il peruviano Nicolas Alvarez. Dopo essere andato sotto di un set, il lombardo ha pareggiato i conti e nel terzo parziale è scappato sul 4-1 prima di poter alzare le braccia al cielo anzitempo sfruttando il ritiro dell’avversario.

A fine giornata sarà la sua l’unica vittoria azzurra di questo martedì milanese soleggiato ma non eccessivamente caldo. Al prossimo turno affronterà il burundese Iradukunda, proveniente dalle qualificazioni: per Roncalli, insomma, il torneo può avere ancora molto da dire.

Nulla da fare invece per gli altri tre italiani impegnati oggi. Soltanto due game raccolti da Giovanni Oradini, fratello minore del pro Atp Giacomo e ripescato dopo la sconfitta al terzo turno delle qualificazioni. Il trentino è stato sconfitto dal cinese Weiqiang Zheng col parziale di 6-1 6-1. In campo femminile, Giulia Sartori lotta alla pari per un set ma alla lunga deve cedere all’australiana Seone Mendez.

La figlia di Max, coach di lunga data del n.34 Atp Andreas Seppi, era in tabellone grazie a una wild card. Più o meno stesso canovaccio anche per il match che ha visto protagonista la canturina Silvia Chinellato, proveniente dalle qualificazioni. La lombarda ha perso al tie-break il primo parziale per poi subire un più secco 6-2 nella seconda frazione. Tra gli stranieri, da segnalare il successo di Michael Mmoh, testa di serie n.4 e capace di rimontare un set al russo Pokotilov nonostante fosse atterrato a Milano – da New York – soltanto qualche ora prima di scendere in campo.

Domani, quando si disputeranno tutti gli incontri di secondo turno, gli azzurri impegnati saranno dunque sette (oltre a Roncalli, anche Jacopo Stefanini, Nicolò Turchetti, Andrea Pellegrino e, tra le donne, Beatrice Lombardo, Georgia Brescia e Bianca Turati). Si comincia alle 9, su otto campi: l’ingresso resta libero e gratuito, come per tutta la durata della manifestazione. Le finali del singolare, trasmesse in diretta da SuperTennis Tv, si giocheranno domenica 25 maggio.

News Reporter
Sono nato e cresciuto in Lombardia. Mi considero giovanissimo e ambizioso, amante del calcio giocato e parlato; da sempre tifosissimo della Juventus, oltre che appassionato dei campionati inferiori e meno conosciuti di questo sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi