Beach Soccer: Milano, da Cataldo a Maiorano e Livorno s’inchina
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La sabbia scotta a Lignano Sabbiadoro. Giocate spettacolari e grande pubblico sono state il comun denominatore della prima giornata di gare del girone A della Serie A di Beach Soccer. Quattro gare contraddistinte da un ottimo livello di gioco e tutte accompagnate da una cornice di tifo delle grandi occasioni. La cittadina friulana, al decimo anno di organizzazione di eventi targati beach soccer FIGC-Lega Nazionale Dilettanti, si conferma una location di primaria importanza che lega alla perfezione promozione del territorio, spettacolo e divertimento dentro e fuori la Betclic Beach Arena. Oltre alla gesta dei migliori beachers in circolazione, infatti, numerose sono state le iniziative dei partner del circus LND che hanno arricchito il palinsesto ricco appuntamenti. Il villaggio commerciale, allestito presso l’Ufficio VII del Lungomare Trieste, ha accolto tutti gli appassionati con giochi, musica e gadget ed anche del buon cibo targato Streetfood on the road. L’animazione Valtur, che ha messo in palio anche dei soggiorni nei villaggi più belli, ha completato il programma giornaliero. Le sfide sul campo non hanno fatto mancare le emozioni ed anche qualche sorpresa. È il caso della prima gara in calendario: al termine di una partita vibrante ed equilibrata conclusasi all’extra time, infatti, il Pisa supera la Happy Car Sambenedettese. I marchigiani, orfani di Bruno Novo, si inchinano a 17’’ dai tiri di rigore grazie ad una vera e propria perla di Cinquini che segna addirittura da calcio d’angolo. I ragazzi di De Lorenzo sciupano molto in fase offensiva e sono costretti a cedere il passo ad un arrembante Pisa, apparso molto più squadra rispetto alla prima uscita stagionale proprio a San Benedetto del Tronto in occasione della Coppa Italia Enel. I campioni d’Italia in carica del Milano nono incontrano particolari problemi nell’avere ragione di un Livorno comunque dalle buone prospettive. I palleggiatori di mister Panizza Eudin, Leo e Daniel Souza inventano ma ci pensano i beachers italiani Cataldo, Grassi, Casiraghi e Maiorano a regalare la vittoria al team rossonero (più il gol di Eudin a fissare il 5-0 finale).

Un lavoro, quello del Milano, che parte da lontano e che sta facendo maturare frutti importanti con l’obiettivo dichiarato che è quello di bissare il successo tricolore dell’anno scorso. Rimandato il Livorno, formazione in grado sicuramente di esprimere qualcosa in più, ma l’avversario di oggi era oggettivamente superiore. Agli altri favoriti per la vittoria finale del girone A, il Viareggio di mister Santini, hanno risposto poco dopo superando al debutto la matricola Anxur Trenza. I toscani giocano in grande scioltezza e con un bomber Gori (3 gol per lui) in forma da Nazionale possono davvero ambire a qualsiasi obiettivo. A conclusione del programma di tappa, domani alle ore 18.15, è prevista già l’attesa sfida tra Milano e Viareggio, una gara da non perdere in tutti i sensi. Da rivedere la prestazione dei pontini, ai quali non sono bastati Pasquali e Torres per arginare le sfuriate dei “ragazzi del muraglione”. Nell’ultima gara del programma giornaliero l’equilibrio la fa da padrone, Barletta la spunta a fil di sirena grazie allo spunto di Zingrillo, ma il vero monumento va eretto al portiere Di Candia che para anche l’impossibile. Non delude comunque Lamezia che però è mancata in maniere decisiva in fase realizzativa. Tutte le partite di oggi saranno visibili domani mattina in modalità on demand sul brand channel della Lega Nazionale Dilettanti ospitato su www.expoitalia.it/LND. La Coppa Italia e la tappa di Terracina hanno certificato l’appeal del beach soccer sui new media certificando un successo senza precedenti per il Beach Soccer italiano. Ma a Lignano Sabbiadoro proprio domani debutta anche Rai Sport che commenterà le ultime due gare del programma domenicale e filmerà highlights ed interviste a tutti i protagonisti di tappa. Le immagini saranno visibili in prima messa in onda venerdì 4 luglio su Rai Sport 2 a partire dalle ore 24.

 

PROGRAMMA GARE GIRONE A

1^GIORNATA
Sabato 28 giugno

Happy Car Sambenedettese-Pisa                                           2-3 dts
Livorno-Milano                                                                               0-5
Viareggio-Anxur Trenza                                                                              5-1
Barletta-Lamezia Beach Soccer                                                2-1

2^ GIORNATA
Domenica 29 giugno

Pisa-Lamezia Beach Soccer                                                        h: 14:00
Anxur Trenza-Livorno                                                                  h: 15:30
Barletta-Happy Car Sambenedettese                                   h: 16:45
Milano-Viareggio                                                                           h: 18:00

CLASSIFICA GIRONE A: Milano, Viareggio e Barletta 3, Pisa 2, Happy Car Sambenedettese, Lamezia, Anxur Trenza e Livorno 0.

CLASSIFICA MARCATORI

6 gol: Gabriel (Catania)

5 gol: Rodrigo (Catania)

4 gol: Taiarui (Villafranca)
3 gol: Palazzolo (Canalicchio Ct), Mauro, Vasile (Catanzaro), Marcucci (Hermes Casagiove), Diop (Panarea), Llorenc (Terracina)
2 gol: Chiavaro (Canalicchio Ct), Zurlo (Catania), Ardizzone, Borbone, Garofalo, Campanella (Catanese),Moxedano, Corsale (Hermes Casagiove), Carotenuto, Olleja M. (Terracina)

1 gol: Torres (Anxur Trenza), Zingrillo, Persia (Barletta), Grasso, Missale, Bonanno (Catanese), Condorelli G., Randis, Maci, Marletta (Canalicchio), Be Martins (Catania), Ortolini (Catanzaro), Gravino, Sibilli (Hermes Casagiove), Notaris (Lamezia), Cataldo, Eudin, Casiraghi, Maiorano e Grassi (Milano), Gregoraci (Panarea), Barberi, Cinquini, Giannechini (Pisa), Pastore, Palma (Sambenedettese), Andrezinho, Feudi, Frainetti, Corosiniti (Terracina), Ramacciotti, Marinai (Viareggio), Spacca, Germanò, Medero, Orofino (Villafranca)
1 autorete: Platania (Catania)

 

STAGIONE 2014

Girone A                                                                                           Girone B

Anxur Trenza                                                                                   Canalicchio Ct

Barletta                                                                                              Catanese

Happy Car Sambenedettese                                                     Catania

Lamezia                                                                                             Catanzaro

Livorno                                                                                               Ecosistem Panarea Catanzaro

Milano                                                                                                Pasta Reggia Hermes Casagiove

Pisa                                                                                                      Terracina

Viareggio                                                                                           Villafranca

 

CALENDARIO 2014

Coppa Italia: 29 maggio / 1 giugno – San Benedetto del Tronto (Ap)

14/15 giugno – 1^ tappa girone B – Terracina (Lt)

28/29 giugno – 1^ tappa girone A – Lignano Sabbiadoro (Ud)

5/6 luglio – 2^ tappa girone B – Catanzaro Lido

12/13 luglio – 2^ tappa girone A – Marina di Pisa (Pi)

18/20 luglio – 3^ tappa girone A – Viareggio (Lu)

24/27 luglio – 3^ tappa girone B – Montalto di Castro (Vt)

31 luglio/3 agosto – Supercoppa + Finali scudetto – Catania

 

 

LIVORNO-MILANO         0-5 (0-1, 0-2, 0-2)


Livorno: 
Rossi G., Grossi, Banti, Razzauti, Marchi, Domenici, Salvadori, De Giulli, Gambino, De Meo, Rossi M., Sannino. All. Grossi.
Milano: 
Campolongo, Cataldo, Grassi, Maiorano, Eudin, Leo, Mancuo, Casiraghi, Zambelli, Daniel Souza, Mantegazza, Chiodi. All. Panizza.

Arbitri: Rosà di Arco Riva e Taverna di Gorizia.

Reti: 12’ pt Cataldo (M), 2’ st Grassi (M), 9’ st Casiraghi (M), 10’ tt Eudin (M), 11’ tt Maiorano (M).

Note: Espulso: Sannino (L) 2’ st per aver interrotto una chiara azione da gol.

La sabbia di Lignano scotta ed è Milano ad accenderla con un inizio bruciante dei rossoneri che colpiscono due legni a stretto giro con Eudin e Leo. Livorno incassa e prova a ripartire col puntero Salvadori che lotta come un leone ma conclude fuori bersaglio per due volte. Al 5’ botta e risposta tra il solito Salvadori e Daniel Souza che esaltano i riflessi dei due portieri, Chiodi da una parte e Rossi dall’altra. I campioni d’Italia in carica provano a sfondare con i tiri dalla distanza con Casiraghi ed ancora Leo ma l’estremo difensore toscano riesce ancora a dire di no. L’equilibrio lo rompe una vera e propria perla di capitan Cataldo a pochi secondi dal termine. Ad inizio ripresa Milano allunga grazie alla trasformazione di un rigore calciato di Grassi. Nell’occasione gli arbitri estraggono anche il cartellino rosso per il neoentrato portiere Sannino, sostituito poi con Rossi. A questo punto i rossoneri giocano con maggiore scioltezza Eudin e Daniel Souza dettano i ritmi e Maiorano cerca la conclusione giusta. Al 4’ è Daniel Souza che si guadagna una buona dose di applausi quando riceve largo a sinistra, si alza il pallone e conclude sul palo più lontano con un grande diagonale. Gli stranieri in forza al team di Panizza creano e gli italiani concludono, è questo lo spartito che si ripete anche al 9’ quando Leo inventa sulla sinistra per Casiraghi di piatto sinistro spiazza l’estremo difensore toscano. Rossi protagonista positivo nel finale di tempo quando interviene due volte miracolosamente per impedire la segnatura proprio di Leo e poi di Zambelli. Nella terza frazione il Milano abbassa il ritmo e lascia metri di campo al Livorno che comunque non riesce ad accorciare le distanze. Al contrario, a 2’ dalla sirena, va sotto per la quarta volta a causa della rasoiata di Eudin su calcio da fermo. 1’ dopo Maiorano, al termine di un’azione insistita, cala la cinquina rossonera e chiude definitivamente l’incontro.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi