Il 20 luglio all’Idroscalo si terrà la 3° edizione del Triathlon Nautico Didattico
Ti piace questo articolo? Condividilo!

 

(foto da: Ufficio Stampa Lega Navale Italiana)
(foto da: Ufficio Stampa Lega Navale Italiana)

 

Domenica 20 luglio 2014, dalle 9.00 fino alle ore 17.00 presso la base nautica della Lega Navale Italiana di Milano all’Idroscalo, si disputa la III Edizione del Triathlon Nautico Didattico valevole per l’assegnazione del Trofeo Gorla, una manifestazione non agonistica rivolta a bambini dai 6 a 14 anni, che abbiano frequentato la Scuola di vela nell’anno in corso o abbiano già iniziato l’attività agonistica, con gli obiettivi di valorizzare le competenze nautiche acquisite e di promuovere lo sport della vela fra i più piccoli, coinvolgendo nella giornata le loro famiglie.

Giunto alla sua terza edizione, il Triathlon Nautico Didattico è una manifestazione non agonistica fondata sul principio del gioco per seguire gli indirizzi federali sull’educazione nautica dei giovani e i protocolli d’intesa tra MIUR, CONI, FIV e LNI, volti allo sviluppo dell’educazione motoria in tutte le discipline sportive prevenendo i rischi legati alla specializzazione precoce.

Acquaticità (nuoto, risalita e discesa dalla barca), nauticità (conduzione della barca con la sola pagaia) e attitudine alla vela (recupero di oggetti legate alle boe): ecco le tre prove-gioco per i giovani partecipanti supportati da genitori e istruttori che potranno, anzi, avranno l’obbligo di incitarli e dare loro suggerimenti.

Il Trofeo Gorla sarà assegnato all’allievo che avrà ottenuto il miglior punteggio ma tutti avranno un riconoscimento per la loro partecipazione a questa giornata di sport e festa. È previsto anche il supporto dei giovani atleti della squadra agonistica della Lega Navale Italiana-Sezione di Milano: agonisti e non, tutti giovanissimi, a confronto non in gara ma giocando.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi