Pes 2015: “Il campo è nostro” ecco le prime immagini esclusive
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Konami Digital Entertainment B.V. ha svelato i primi dettagli su PES 2015, che si ripromette di raggiungere nuovi standard di realismo, ricreando tutta la tensione e le emozioni che si possono rivivere nelle più importanti partite di calcio. 

Il Campo è Nostro…”

PES 2015 è costruito sul mantra ‘Il Campo è Nostro’. Attraverso il lavoro sinergico fra il team PES Productions di Tokio ed il nuovo studio dedicato di Windsor, i momenti topici e più emozionanti del grande calcio sono stati perfettamente ricreati.

PES 2015 vede il ritorno ai valori più importanti e fondamentali del brand PES come controllo totale, comandi reattivi e un gameplay impareggiabile dove gli utenti saranno liberi da qualsiasi “restrizione” nel come giocare. KONAMI ha completamente rivisto alcuni elementi chiave in modo da garantire che ogni passaggio, tiro o movimento senza palla sia perfettamente bilanciato e libero, per assicurare la piena soddisfazione degli utenti in ogni azione sul campo.

Riprendendo i 3 principi cardine del calcio moderno, il PES Productions Team ha completamente ridisegnato le meccaniche in-game per quanto riguarda i tiri ed i portieri

  • La Gioia del Gol

Un nuovo sistema di gestione del tiro permette una varietà di stili di tiro non vincolati con un controllo preciso per quanto riguarda la direzione e la potenza degli stessi.

Nel contrastare le opzioni di attacco, i portieri chiuderanno gli angoli di tiro in modo intuitivo e saranno in grado di reagire ad ogni situazione in tantissimi modi, per esempio alterando il centro di gravità.

  • Il Passaggio Finale

Allo stesso modo, le opzioni di passaggio a disposizione dei giocatori nel momento del passaggio finale sono aumentate, permettendo loro passaggi ravvicinati o rasoterra perfettamente riproposti in ogni situazione grazie alla nuova fisica della palla, permettendo unici e differenti risultati in base alle decisioni dell’utente.

  • L’1 contro 1

Questo è l’ultimo degli elementi chiave che è stato completamente rinnovato e si basa sul grado di controllo che si possa avere. La posizione è importante, ma l’abilità di dribblare nello spazio e battere il proprio marcatore adesso è stata ampiamente migliorata e ciò rende PES 2015 l’esperienza definitiva del calcio giocato.

Queste caratteristiche fondamentali sono poi affiancate da aspetti aggiuntivi per creare la più divertente e coinvolgente esperienza di gioco immaginabile

  • Tempi di Risposta Incredibili: controlli immediati che permettono agli utenti di reagire istintivamente,a ogni movimento, quando la palla è in gioco.

  • IA “a tutto campo”: Il nuovo motore di gioco assicura, ora, una intelligenza artificiale realmente evoluta e costantemente soggetta a tutto quello che succede in campo; con giocatori che effettueranno scatti in profondità, cercando di creare spazi e marcando gli avversari, anche se non visibili sullo schermo.

  • Controllo di palla ravvicinato: Per affrontare i difensori avversari, gli utenti potranno affidarsi alle specifiche capacità di dribbling dei calciatori che rispecchieranno fedelmente le controparti reali, piuttosto che affidarsi ai

trick’ spettacolari. Le nuove abilità includono corse per eludere l’avversario, scatti di risposta e includono un ampia scelta di velocità di movimento – dal camminare allo scatto.

  • Scegli come difendere: Gli utenti avranno completo controllo di quello che avviene in campo e anche in fase difensiva sarà lasciato totalmente a loro la decisione di stabilire quando chiudere un avversario, pressarlo, tentare di rubare palla o semplicemente contenerlo.

Una difesa di successo sarà quindi risultante esclusivamente dalle decisioni prese e dalle azioni dell’utente.

 

 

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi