Prima breve tratta in altura per Danilo Goffi
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Ritorno in altura previo passaggio da casa. Non è un nuovo percorso obbligato di un ipotetico moderno (e sportivo) monopoli, ma avrebbe dovuto essere il riassunto degli appuntamenti a brevissimo termine di Danilo Goffi: venerdì 4 luglio, profeta in patria a fianco dell’associazione Salute in Movimento in occasione della Notte Quadra – Notte Bianca a Nerviano, per partire poi alla volta dell’Alpe di Siusi il mattino successivo.

Purtroppo però, il cattivo tempo ci ha messo lo zampino e, causa meteo avversa, l’Amministrazione Comunale nervianese ha rimandato la notturna cittadina a data da definirsi; ma niente paura, solo un po’ di pazienza per vedere il Campione Italiano Assoluto e MM40 di maratona ad un appuntamento ufficiale nella sua Nerviano a settembre!

Non salta invece la seconda edizione della Mezza Maratona all’Alpe di Siusi di domenica 6 luglio, una 21K che Danilo, forte del titolo nazionale sulla doppia distanza, interpreterà come allenamento in quota su un percorso con ben 601m di dislivello.

L’obiettivo del portacolori del Monza Marathon Team non é infatti quello di tagliare per primo il traguardo, quanto di sfruttare le particolarità del percorso – sterrato dal terzo km alla fine, saliscendi e altitudine-, per variare il programma di preparazione e lavorare sulla resistenza; il tutto in una cornice paesaggistica estremamente panoramica.

In questo impegno sportivo, Goffi sarà ancora una volta al fianco dei cityrunners, la running community di adidas con cui ha già collaborato durante la preparazione alla Maratona di Milano, a dimostrazione del supporto che il brand sportivo fornisce alla manifestazione e ai suoi atleti. Tra gli altri partner, Reale Mutua Assicurazioni, la realtà piemontese che per prima ha creduto nel suo ritorno e nella sua seconda vita sportiva.

 

Chiara Franzetti

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi