Lampre-Merida: Oliveira e Serpa a terra nel Tour, Rui e Horner si salvano
Ti piace questo articolo? Condividilo!

L’8^tappa del Tour de France (Arras-Reims, 194 km) non proponeva insidie dal punto di vista dell’altimetria, con due Gpm di 4^categoria, eppure si è rivelata insidiosa a causa delle cadute.

Due incidenti, avvenuti in rapida sequenza attorno al 70° km, hanno costretto vari corridori ad assaggiare il ruvido asfalto: tra questi, i blu-fucsia-verdi Nelson Oliveira e Josè Serpa. Per il campione portoghese nessuna conseguenza fisica, mentre lo scalatore colombiano ha rimediato una contusione al fianco destro.

Dopo il forfait di Richeze, non partito come già preannunciato a causa di una ferita al ginocchio, Cimolai era stato designato per rappresentare la Lampre-Merida nella volata finale, ma una foratura lo ha costretto a spendere preziose energie per recuperare il gruppo, non potendo poi coltivare le ambizioni di lottare allo sprint (137° al traguardo). Sono riusciti invece a non correre rischi Rui Costa e Horner, entrambi a Reims nel primo gruppo (22° il campione del mondo, 40° lo statunitense), regolato allo sprint da Greipel.

(foto da: teamlampremerida.com)
(foto da: teamlampremerida.com)

 

“In queste prime frazioni del Tour bisogna stare sempre molto attenti: non solo in tappe come quella di ieri, ma anche in giornate all’apparenza semplici – ha sottolineato Horner (foto Bettini) – Oggi sia io che Rui abbiamo evitato ogni problema, quindi il bilancio è per noi positivo”.

Il team manager Copeland ha spiegato che:

“Riuscire a essere all’arrivo senza essere incappati in cadute o incidenti è un bel punto messo a segno dai nostro due uomini che puntano a essere competitivi sulle salite, ovvero Rui Costa e Chris Horner. Sono stati attenti a pedalare sempre nelle posizioni migliori, i compagni si stanno impegnando per migliorare sempre di più l’intesa di squadra: dobbiamo considerare che abbiamo avuto la sfortuna di perdere due corridori come Richeze e Modolo, corridori scaltri e capaci di destreggiarsi nel gruppo in maniera così valida da poter essere un ottimo supporto per i compagni”.

ORDINE D’ARRIVO
1- Greipel 4h11’39”
2- Kristoff s.t.
3- Dumoulin s.t.
4- Renshaw s.t.
22- Rui Costa s.t., 40- Horner s.t., 95- Oliveira 59″, 121- Durasek s.t., 137- Cimolai 3’25”, 153- Valls 4’51”, 176- Serpa s.t., Richeze dns

CLASSIFICA GENERALE
1- Nibali 24h38’25”
2- Fuglsang 2″
3- Sagan 44″
4- Kwiatkowski 50″
13- Rui Costa 2’11”
28- Horner 4’13”

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi