Sport Management Lombardia è d’argento nel libero combinato Esordienti A
Ti piace questo articolo? Condividilo!
(foto da: Ufficio Stampa Sport Management)
(foto da: Ufficio Stampa Sport Management)

 

Sono in corso di svolgimento, presso la Piscina Centro FIN di Frosinone, i Campionati Italiani Esordienti A di nuoto sincronizzato. Tra le 49 società in gara, quattro sono del gruppo Sport Management: Pallanuoto Treviglio di Alpignano, SSD Sport Management Veneto, San Francesco Histonium Nuoto di Vasto e la Sport Management Lombardia di Monza.

Per quest’ultima nella seconda giornata di gare è arrivata la medaglia d’argento nel libero combinato. A vincerla sono state: Sofia Lucrezia Cataldino, Chiara Corallo, Giorgia Sottocorno, Irene Fara, Iris Mazzocchi, Irene Cisternino, Caterina Ottone, Malika El Gueraoui e Carlotta Denise Faret.

Un risultato importante, maturato con grandissime prestazioni sia durante le eliminatorie (chiuse al secondo posto con 66,033 punti) sia in finale, dove le ragazze monzesi hanno totalizzato l’eccellente punteggio di 67,933 ottenuto grazie ai 20,300 di esecuzione, 27,733 di impressione artistica e 19,900 di difficoltà. Medaglia d’oro per la ASD All Swim Roma.

“Un risultato straordinario – ha dichiarato al termine della gara l’allenatrice Elena Celia – Le ragazze sono state bravissime. In finale sono riuscite addirittura a fare meglio dell’ottima prestazione delle eliminatorie. Stessa gioia per l’altra allenatrice, Vittoria Greco: “Una medaglia meritata, voluta a tutti costi dalle nostre atlete. Vediamo ogni giorno con quanto impegno e costanza affrontano gli allenamenti. Essere vice Campionesse d’Italia nel libero combinato – conclude – è motivo di orgoglio per tutto lo staff tecnico e dirigenziale di Sport Management”.

 

Daniele Pernella

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi