Lampre-Merida: Tour de France, Sfortuna per un Rui in buona condizione
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La pioggia a salutare la vittoria di Kadri sull’arrivo in salita di Gerardmer (3^categoria): il francese ha conquistato l’8^tappa del Tour grazie a una lunga fuga della quale è risultato essere l’unico componente a evitare di essere ripreso dal gruppo.

Kadri ha preceduto di 2’17” Contador e 2’20” la maglia gialla Nibali. Poco più indietro Rui Costa, 12° a 3’01”, ma non sono state le gambe a tradire il campione del mondo, anzi la condizione evidenziata lungo le due salite precedenti quella finale è stata molto positiva: 1800 metri dal traguardo, ovvero proprio all’imbocco dell’ascesa conclusiva, il capitano della Lampre-Merida ha dovuto fare i conti con un salto di catena, avvenuto a causa di un avvallamento della strada sul quale è transitata la bici di Rui Costa proprio mentre l’iridato stava cambiando dal 53 al 36 .

(foto da: teamlampremerida.com)
(foto da: teamlampremerida.com)

 

Il corridore portoghese (foto Bettini) è riuscito a risolvere l’intoppo dopo qualche secondo, trovandosi a dover rimontare il gruppo, che nel frattempo si sgranava lungo la salita.

Al netto dell’inconveniente, la prova di Rui Costa è quindi molto valida:

“La tappa è stata molto dura, è sempre difficile pedalare sotto una pioggia così fredda. Nonostante io non gradisca correre in queste condizioni, le mie gambe mi stavano dando riscontri molto buoni, mi sentivo bene. Purtroppo ho dovuto fronteggiare questo contrattempo che mi ha costretto a una rimonta. Ottimo il supporto dei miei compagni, con un grande Durasek nei tratti più impegnativi delle salite”.

Horner ha ceduto qualche secondo, tagliando il traguardo in 31^posizione a 4’19”: “Soffro molto queste giornate così fredde e umide, sono magro e quindi il mio corpo ne risente. Detto questo, le gambe giravano abbastanza bene, ho provato a limitare il divario dalla testa del gruppo”.

In classifica generale, Rui Costa entra nella top 10 direttamente all’8° posto, a 2’52” da Nibali. Horner è 21° a 6’12”.

ORDINE D’ARRIVO
1- Kadri 3h49’28
2- Contador 2’17”
3- Nibali 2’20”
4- Porte 2’24”
5- Pinot 2’28”
12- Rui Costa 3’01”
31- Horner 4’19”

CLASSIFICA GENERALE
1- Nibali 33h48’52”
2- Fuglsang 1’44”
3- Porte 1’58”
4- Kwiatkowski 2’26”
5- Valverde 2’27”
6- Contador 2’34”
7- Bardet 2’39”
8- Rui Costa 2’52”
21- Horner 6’12”

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi