Astana BePink Women Team: Amialiusik vince a Vaiano
Ti piace questo articolo? Condividilo!
(foto di Fabiano Ghilardi)
(foto di Fabiano Ghilardi)

 

Dopo le recenti vittorie arrivate in Francia e in pista a Fiorenzuola d’Arda, Astana BePink Women Team può festeggiare anche in Toscana, grazie al successo conquistato da Alena Amialiusik al 12° Trofeo Vannucci Alberto – 12° Trofeo Valbisenzio, andato in scena a Vaiano (PO).

Nella prova Open, la Campionessa Nazionale Bielorussa ha alzato le braccia al cielo al termine di un’azione solitaria, iniziata a tremila metri dalla fettuccia bianca. Nelle fasi finali della gara, infatti, Amialiusik, che faceva parte di una fuga a tre da lei stessa promossa quando mancavano da percorrere sei tornate, ha allungato il passo sulle due compagne di avventura e si è avviata, tutta sola, in direzione del gradino più alto del podio e della sua settima perla stagionale.

Ad accrescere la soddisfazione della squadra ci ha pensato Simona Frapporti, che ha chiuso la prova in settima piazza.

“Questo risultato ci riempie di gioia, anche perché dimostra che Alena si è ripresa bene dall’infortunio subito al Giro Rosa” ha spiegato il Team Manager Walter Zini. “Ha corso davvero magnificamente, ma anche le altre si sono mosse nel migliore dei modi, partecipando a diverse azioni e, alla fine, a coronare il lavoro di tutte è arrivata la vittoria.”

PODIO TRANSALPINO – In contemporanea alla gara italiana si è svolta anche la quarta e ultima frazione del Tour de Bretagne Féminin, dove quest’oggi Susanna Zorzi e Doris Schweizer hanno oltrepassato la fettuccia dell’arrivo rispettivamente per quinta e sesta. L’atleta svizzera, autrice nella prima tappa di una strepitosa sortita di quaranta chilometri che si era  conclusa con il trionfo e la vestizione della Maglia Gialla, si è messa al collo il bronzo accaparrandosi una prestigiosa terza posizione in classifica generale. In top-ten anche Zorzi, ottava assoluta.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi