Lampre-Merida – Tour de France: Horner guadagna un posto in classifica
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Ultima frazione di montagna al Tour de France: tappa corta, 145,5 km con partenza da Pau e arrivo in salita sull’Hautacam, dopo aver percorso a metà frazione il Tourmalet. Prima parte di gara condotta da una fuga di 20 corridori, tra i quali non erano presenti maglie blu-fucsia-verdi.

(foto da: teamlampremerida.com)
(foto da: teamlampremerida.com)

 

Il gruppo dei migliori uomini di classifica non ha comunque lasciato troppo spazio ai fuggitivi, serbando le energie per dare spettacolo sulla salita finale, palcoscenico che ha offerto a Chris Horner (foto Bettini) l’occasione per inserirsi nel novero dei corridori più combattivi della Lampre-Merida: dopo le fughe dei giorni scorsi di Serpa e Durasek, il vincitore della Vuelta a Espana 2013 ha atteso le temibili rampe dell’Hautacam per piazzare un allungo partendo, a 11 km dal traguardo, dal ristretto gruppo della maglia gialla.

Allo statunitense della Lampre-Merida ha resistito inizialmente un solo corridore, niente meno che Nibali: il duo ha proseguito assieme per un chilometro, prima che il leader della corsa si involasse verso il successo di tappa.

Horner, dopo lo sforzo dell’attacco, ha terminato la tappa al 19° posto, raggiungendo l’arrivo 4’40” dopo la maglia gialla: con questo risultato, lo scalatore della Lampre-Merida ha guadagnato un’ulteriore posizione nella classifica generale, andando a occupare la 17^piazza.

“Partire all’attacco a inizio tappa sarebbe stato molto rischioso, considerando le alte probabilità che Nibali volesse tenere cucita la corsa per provare a vincere la frazione – ha spiegato Horner – Ho quindi preferito non inserirmi nella fuga nata dopo alcuni chilometri di gara, attendendo la salita conclusiva.

A 11 km dal traguardo c’erano le condizioni per provare un allungo: la mia progressione è stata buona, mi ha seguito solo la maglia gialla. Sapevo che sarebbe stato molto difficile tenere le sue ruote, Vincenzo è in una condizione splendida, ho comunque cercato di tenere duro. Speravo magari che Nibali attendesse ancora qualche chilometro prima di piazzare l’ulteriore allungo vincente, così non è stato, quindi da quando Vincenzo è scattato ho dovuto gestire le residue energie”.

ORDINE D’ARRIVO
1- Nibali 4h04’17”
2- Pinot 1’10”
3- Majka 1’12”
4- Peraud 1’15”
19- Horner 4’40”
54- Durasek 19’01”, 71- Oliveira 21’45”, 116- Serpa 31’01”, 164- Cimolai 32’14”

CLASSIFICA GENERALE
1- Nibali 80h45’45”
2- Pinot 7’10”
3- Peraud 7’23”
4- Valverde 7’25”
17- Horner 39’28”

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi