Tennis Rozzano: il TRTT Slam arriva al giro di boa
Ti piace questo articolo? Condividilo!
Sempre grandi risultati e riscontri di numeri per le tappe del Trtt Slam (foto da: Ufficio Stampa Tennis Rozzano)
Sempre grandi risultati e riscontri di numeri per le tappe del Trtt Slam (foto da: Ufficio Stampa Tennis Rozzano)

 

Il TRTT Slam non conosce soste. Giunto alla quarta edizione, il circuito di tornei ‘brevi’ ideato dalla Training Team ha già toccato quota 31 tappe nel 2014, e non va in vacanza nemmeno nel periodo estivo.

“Al momento – racconta la responsabile Amanda Gesualdi – il dominatore della classifica over 16 è Luigi ‘Gino’ Colombo, a quota tre vittorie come Marco Donati, ma presente a più tappe”. Chiude il podio Edwin Martella, campione di categoria nell’edizione 2013, al termine del Master conclusivo che a fine stagione mette di fronte i migliori otto della classifica. “Merita una menzione anche Fiordiana Castelbarco, prima delle donne e settima nella generale. Ovviamente, anche le donne avranno il loro Master, sempre vinto da quest’ultima nelle prime tre edizioni”.

Apertissima anche la categoria under 14/16, con un quartetto di talenti che si giocano il primato. A guidare la classifica Davide Alberti, a quota due successi come Lorenzo Santoro e Francesco Russo. I tre devono però guardarsi da Gabriele Mariuzzo, vincitore dell’ultima tappa e già capace di strappare a Russo l’ultimo gradino del podio.

Se le categorie riservate ai più grandi sono piuttosto combattute, le due per i più piccoli stanno invece vivendo due domini assoluti. Fra gli under 10 la grande protagonista è Sofia Russo, capace di vincere quattro delle prime cinque tappe, e volare così al comando della classifica.

“Sofia – continua Amanada Gesualdi – ha iniziato a giocare il TRTT Slam sin dalla prima edizione, e ora che ha 10 anni riesce a farla da padrona”.

Ruolino di marcia incredibile anche per Filippo Bosi, che di tappe ne ha vinte cinque su sette, staccando il numero due del Circuito ‘Midi’ Riccardo Gadaldi, campione nel 2013 nella categoria inferiore, e il terzo in classifica Leonardo Rozza.

Ma è presto per cantar vittoria: nelle prossime settimane tante altre tappe, destinate a consolidare le leadership o rimescolare le classifiche. La formula è sempre la stessa: tabellone a sedici giocatori, match al meglio dei tre tie-break, e un secondo tabellone per gli sconfitti al primo round, in modo da garantire almeno due incontri a ogni partecipante.

Il tutto sui due campi in terra rossa del Tennis Rozzano, che malgrado la struttura limitata può vantare un’attività in grado di far invidia a tanti club concorrenti. ‘Allenarsi all’emozione del torneo’ è lo slogan della manifestazione, nata per permettere anche a chi ha meno tempo a disposizione di competere regolarmente (i tornei iniziano e finiscono nell’arco di una sola serata). Quattro le categorie di gioco, che uniscono maschi e femmine negli stessi tabelloni: mini-tennis (per ragazzi fino ai 10 anni), midi-tennis (da 10 a 12 anni), under 14/16 e over 16, senza limiti d’età.

“Il circuito più sentito – sottolinea Amanda – è quello degli over 16, che accoglie i tanti amatori che preferiscono questo genere di tornei agli appuntamenti del calendario standard”.

Non a caso sono già 11 le tappe Over 16 giocate in questa stagione, e sabato prossimo tocca alla dodicesima.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi