Guinness Cup: Inter sconfitta (ma non afflitta) contro il Manchester United
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Stavolta i calcio di rigori non sorridono all’Inter nella Guinness Cup americana. Contro il Manchester United, dopo lo 0-0 dei 90 minuti regolamentari, finisce 3-5 per gli inglesi, decisivo l’errore di Andreolli. Per Walter Mazzarri però un altro test positivo contro un avversario di grande spessore, dopo quello contro i campioni d’Europa del Real Madrid.

Fonte: Nike
Fonte: Nike

Dal sito ufficiale dell’Inter (inter.it) riportiamo la cronaca della partita.

La parola è rispetto. Per l’inno nazionale americano che risuona nel “FedExField” all’inizio della partita. Per Vidic, applaudito da tutto lo stadio. Lui, grande ex, ora nerazzurro. E, soprattutto, rispetto tra l’Inter e il Manchester United. Che nel primo tempo si studiano, si temono. E lo faranno per tutta la partita.

È lo United a rendersi pericoloso al 10′ con un’occasione di Jones. Il difensore raccoglie un angolo e schiaccia di testa, ma Handanovic si supera toccando alla sua sinistra. La squadra di Mazzarri alza il baricentro minuto dopo minuto e trova la reazione. Prima al 13′ con un colpo di testa di Vidic da calcio d’angolo. Poi, dopo un giro d’orologio, Juan Jesus va profondo per Icardi che dal lato sinistro mette in mezzo per Jonathan. Finta con il destro, tiro con il sinistro dal cuore dell’area deviato all’ultimo da Herrera. Il Manchester reagisce e al 38′, uno spettacolare scambio Mata-Rooney porta il numero 10 dei Red Devils a un instante dal tiro. Ci pensa Ranocchia con una diagonale da manuale a sventare il pericolo. L’ultima occasione è per l’Inter che al 44′ prova il tiro con D’Ambrosio e Jonathan, murati dalla difesa.

Nella ripresa si vede subito M’Vila per Krhin, mentre lo United ne cambia 5: dentro Shaw, Nani, Zaha, De Gea e Kagawa. È il Manchester ad avere la prima occasione: Zaha dalla fascia si accentra ed è pronto al tiro. Vidic dice di no. Le due squadre sono compatte, corte e attente ad ogni sbavatura. Al 61′ sono ancora gli inglesi a venire in avanti con uno scambio Nani-Kagawa-Nani ma il tiro del portoghese è affrettato. Al 63′ altri cambi per l’Inter: entrano Carrizo, Nagatomo, Taider e Laxalt al posto di Handanovic, Dodò, Kuzmanovic e Botta. Appalusi per Vidic 10 minuti dopo che lascia il campo ad Andreolli. La partita scorre ancora. E un brivido allo scadere con una gran botta di Guarin su punizione chiama al miracolo De Gea. Finisce 0-0 nei tempi regolamentari.  Ai rigori Andreolli colpisce la traversa e Fletcher non perdona Carrizo. Finisce così, con 2 punti al Manchester United e 1 all’Inter. In attesa della partita di sabato a Philadelphia contro la Roma.

Le formazioni scese in campo dal primo minuto:

INTER: 1 Handanovic; 23 Ranocchia, 15 Vidic, 5 Juan Jesus; 33 D’Ambrosio, 2 Jonathan, 17 Kuzmanovic, 44 Krhin, 22 Dodò; 19 Botta, 9 Icardi. A disposizione: 6 Andreolli, 7 Schelotto, 10 Kovacic, 13 Guarin, 20 Obi, 21 Taider, 25 Mbaye, 26 Silvestre, 28 Puscas, 30 Carrizo, 46 Berni, 55 Nagatomo, 90 M’Vila, 93 Laxalt, 97 Bonazzoli. Allenatore: Walter Mazzarri.

MANCHESTER UNITED: 13 Lindegaard; 12 Smalling, 4 Jones, 6 Evans; 25 Valencia, 24 Fletcher, 21 Herrera, 18 Young; 8 Mata; 10 Rooney, 19 Welbeck. A disposizione: 1 De Gea, 14 Hernandez, 17 Nani, 23 Cleverley, 26 Kagawa, 28 Shaw, 29 Zaha, 35 Lingard, 38 Keane, 40 Amos, 41 James, 42 Blackett, 48 Keane, 50 Johnstone. Allenatore: Louis Van Gaal. Arbitro: Edvin Jurisevic.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi