Milano: Matteo Daolio nuovo responsabile di Powervolley Net
Ti piace questo articolo? Condividilo!
Powervolley Revivre Milano ha nominato Matteo Daolio come responsabile del progetto Powervolley Net a partire dalla stagione 2014-2015. L’ex opposto della squadra milanese si occuperà delle relazioni con le società che fanno parte della vasta rete creata dal club milanese sul territorio, curando i progetti in comune per il settore giovanile, organizzando attività di formazione e promozione e iniziative sui campi di gioco. Daolio, 35 anni, nelle ultime due stagioni agonistiche ha vestito la maglia del Powervolley in serie A2 e B1 dopo una lunga carriera vissuta sui campi della Lombardia, tra Milano, Cantù, Bergamo, Segrate e Monza. Il nuovo incarico di responsabile Powervolley Net rappresenta il suo debutto “dietro la scrivania”. “Sono davvero emozionato – commenta Matteo Daolio – all’idea di confrontarmi con il mondo della pallavolo in una veste diversa da quella a cui ero abituato. Sono però anche molto ambizioso: mi auguro che il nostro club riesca a riportare la pallavolo milanese al livello che le spetta, e penso che per questo obiettivo il progetto Powervolley Net ricoprirà un ruolo determinante”.
Matteo Daolio
Matteo Daolio
 
POWERVOLLEY NET – Il network di collaborazioni sul territorio, creato da Powervolley già nell’anno del suo debutto in serie B1, è in continua espansione e comprende oggi ben 21 società: ne fanno parte Volley Segrate 1978, Pallavolo Vittorio Veneto, AS Merate, Polisportiva Besanese, Quinto Volley, TNT Milano, Desio Volley Brianza, Alba Segrate, Volley Club Abbiategrasso, Parabiago Volley, PCG Bresso, US Albatese Volley, Visette Volley, AGS Milano e i club membri del gruppo VolleyMAX (ASD Atlas, ASD Futura, UP12 Milano, Volley Pero, Galileo Galilei, Polisportiva Garegnano 1976 e Volley Lucernate). Ulteriori adesioni al progetto sono in fase di finalizzazione.
Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi