Lampre-Merida: vince la classifica a squadre della Clasica San Sebastian
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Rimane stregata la Clasica San Sebastian per la Lampre-Merida, ma quest’anno la forza di volontà dei corridori del team ha messo a dura prova la tradizione negativa.

(foto da: teamlampremerida.com)
(foto da: teamlampremerida.com)

 

Nella ricca bacheca della formazione blu-fucsia-verde manca infatti il trofeo della corsa basca e anche per quest’anno l’idea di cancellare questa casella vuota va rimandata; eppure, la formazione diretta dal tecnico Matxin (foto Bettini) si è distinta per una grande prestazione di squadra, che ha portato al successo nella classifica per team.

Un primato giunto grazie ai piazzamenti di Serpa (13°), Durasek 19° e Oliveira (30°), risultati ai quali va aggiunta una menzione per l’intraprendenza di Cimolai, all’attacco sin dal via assieme a sei altri atleti in una fuga neutralizzata dal gruppo dopo 20 km.

Tracciato sempre affascinante e impegnativo, anche nella nuova veste: in questa edizione, infatti, i corridori hanno affrontato la salita di Iturburu, i doppi passaggi sullo Jaizkibel e di Arkale e la decisiva ascesa dell’Osservatorio Metereologico di Igueldo a 7 km dall’arrivo.

Il gruppo si è presentato compatto, seppur scremato, ai piedi dell’ultima salita, sulla quale Valverde si è involato verso la vittoria in solitaria: alle sue spalle, un drappello di 6 corridori e un secondo gruppo di 13 inseguitori, tra i quali i corridori della Lampre-Merida Serpa e Durasek, giunti al traguardo con 43″ di distacco da Valverde.

“La squadra ha corso bene, con grinta e concentrazione e, a conferma della buona prova dei nostri atleti, è arrivato il successo nella classifica a squadre – ha spiegato il ds Matxin – Le prestazioni dei ragazzi non sono state però sufficienti per avere la possibilità di lottare per il successo, sarebbe servita un po’ di brillantezza in più per avere almeno un corridore nelle prime dieci posizioni.

Bravo Cimolai a provare sin dall’inizio di gara a entrare in una fuga, poi abbastanza bene Favilli e Pozzato e molto reattivi Polanc e Oliveira. Nel finale, non sono stati tanti gli atleti che hanno dimostrato una certa competitività sull’ultima ascesa: fa piacere che tra di essi ci fossero Serpa e Durasek”.

ORDINE D’ARRIVO
1- Valverde 5h31’16”
2- Mollema 14″
3- Rodriguez s.t.
4- Nieve s.t.
5- Gallopin 26″
13- Serpa 43″
19- Durasek s.t.
30- Oliveira 2’05”
66- Polanc 11’36”

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi