Lampre-Merida – Eneco Tour: 15° posto per Richeze, Modolo si ritira
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La 2^tappa dell’Eneco Tour (Waalwijk-Heusden, 175,8 km) sembrava poter offrire un’altra occasione ai velocisti, dopo la volata che ha dato il terzo posto a Cimolai nella frazione inaugurale.

In realtà, la combinazione di maltempo, strade in pavè e cadute ha fatto sì che il gruppo si spezzasse nel finale, con il risultato di vedere selezionati in testa alla corsa non più di 30 corridori, tra i quali era presente per la Lampre-Merida Maximiliano Richeze.

Nell’ultimo chilometro, il corridore argentino è rimasto tagliato fuori dalle prime posizioni nella serie di scatti e controscatti che hanno portato al successo Stybar, autore di una progressione vincente con la quale ha relegato Boom al 2° posto e ha conquistato la maglia di leader della classifica generale.

(foto da: teamlampremerida.com)
(foto da: teamlampremerida.com)

 

Richeze (foto archivio Bettini) ha tagliato il traguardo in 15^posizione.

Nel primo gruppo inseguitore pedalavano Cimolai, Mori e Favilli: dopo essere riusciti a rimanere in testa alla corsa quando il plotone si è spezzato a 20 km dall’arrivo, non hanno potuto evitare di restare nel gruppo inseguitore quando un’altra caduta ai -10 km ha frazionato ulteriormente il gruppo.

Era al via della tappa anche Sacha Modolo, vittima di una caduta nel finale della prima frazione: dopo aver passato una notte tranquilla, lo staff sanitario della Lampre-Merida ha consentito al corridore di schierarsi ai nastri di partenza della gara per verificare le proprie sensazioni ma, dopo alcuni chilometri, Modolo ha preferito ritirarsi a causa dei dolori nella regione sacro-coggigea esacerbati dal fondo stradali a tratti in pavè.

“Dispiace aver perso Modolo, ma una tappa dal percorso nervoso e con il pavè non lo ha certo aiutato a superare i dolori per la caduta di ieri: speriamo che in vista della Classica di Amburgo possa mantenere il buono stato di forma che stava dimostrando – ha spiegato Maini – Ottimi segnali da Richeze, ritornato ad avere una ottima condizione dopo i problemi al ginocchio patiti al Tour de France. Oggi non era facile riuscire a destreggiarsi nel complicato finale, ma Maximiliano è stato molto bravo”.

ORDINE D’ARRIVO
1- Stybar
2- Boom s.t.
3- Vanmarcke s.t.
4- Marcato s.t.
5- Quinziato s.t.
15- Richeze s.t., 36- Mori 10″, 48- Favilli 14″, 65- Cimolai s.t., 119- Polanc 6’04”, 132- Pozzato 9’16”, 145- Bonifazio s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1- Stybar 8h20’39”
2- Boom 1″
3- Vanmarcke 6″
4- Brutt 7″
5- Gilbert 9″
32- Cimolai 20″, 34- Mori 20″

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi