Powervolley show: ancora un 3-1 ai danni di Ankara nel secondo test

Secondo test match al PalaDesio e seconda vittoria: si conferma il feeling con il nuovo impianto di gara della Powervolley Revivre Milano, che batte nuovamente lo Ziraat Bankasi Ankara per 3-1, stesso punteggio registrato nel primo incontro di mercoledì. Davanti a oltre 150 spettatori la squadra milanese vince e convince nei primi due set, per poi accusare una flessione nel terzo e cedere il passo ai turchi; nel quarto però la Revivre, con Kauliakamoa in regia, riprende il comando delle operazioni e chiude con un netto 25-15.

Vittoria particolarmente significativa perché questa volta gli avversari hanno potuto contare dall’inizio sulla stella della squadra, l’opposto Rouzier, che ha chiuso con 18 punti. Dall’altra parte della rete ottima prova di Milan Bencz, autore di 20 punti con il 75% in attacco (e nessun errore), e del libero Marco Rizzo; Vinicius dos Santos, bersagliato dai servizi avversari (ben 44 ricezioni), regge bene con il 59% di positività.

L’incontro è stata anche l’occasione per sperimentare al PalaDesio il Video Check, il servizio della Lega Pallavolo Serie A che permette di verificare le decisioni arbitrali: per la cronaca, l’intervento del Video Check è stato richiesto 8 volte e solo in due casi il fischio del direttore di gara è stato invertito.

LA PARTITA – Maranesi schiera il sestetto ormai abituale nei test precampionato: Mattera in diagonale con Bencz, Patriarca e De Togni centrali, Horstink e Vinicius in banda e Rizzo libero. Importante novità per lo Ziraat Bankasi, che presenta nel sestetto iniziale il francese Rouzier, tenuto a riposo nel test di mercoledì.

Nel primo set Powervolley si presenta subito con due battute vincenti di Patriarca e Mattera per il 6-3, ma proprio Rouzier annulla il gap (6-6) e si procede in assoluto equilibrio fino al 13-13. Qui, ancora sul servizio di Patriarca, arriva un importante break di 3-0 su Milano, che allunga sul 18-15 con Vinicius. I turchi provano a rientrare con un ace di Burak (19-18) ma vengono nuovamente staccati da Horstink e Patriarca sul 22-18, e Vinicius al primo tentativo mette fine al set sul 25-20.

In avvio di secondo set la Revivre soffre molto il muro turco, subendone due consecutivi per il 5-7 e altri due, firmati da Rouzier, per l’8-11. Ci pensa il solito Patriarca a recuperare con due ace (11-11), poi è la Revivre a portarsi avanti 16-14 e 19-16 grazie a Horstink e al nuovo entrato Bermudez, ma anche a due salvataggi spettacolari di Rizzo. Due errori dello Ziraat regalano il 22-18 a Milano, che chiude senza problemi con De Togni (25-21).

Ankara preme sull’acceleratore nel terzo set e si stacca subito sul 3-6 con Huseyin, che è ancora protagonista a muro per il 6-10. L’ace di Burak porta i turchi sull’8-13 e Maranesi sostituisce Vinicius con Preti. Lo Ziraat però si mantiene saldamente avanti 10-15 e 15-19 grazie anche a qualche errore di troppo di padroni di casa. Entra anche Valsecchi su De Togni, ma il set si conclude sul 19-25.

Maranesi cambia sestetto per il quarto set, schierando Kauliakamoa dall’inizio in regia. Dopo il 2-4 iniziale, la Revivre si stacca sull’8-5 costringendo Muñoz a fermare il gioco; al rientro in campo Bencz procura il massimo vantaggio ai milanesi. Powervolley allunga ulteriormente con Vinicius (15-10) e Bermudez con un muro firma il 18-12. Entra anche Temponi per Horstink, i padroni di casa dilagano (22-14) e mettono fine alla contesa sull’errore avversario in battuta.

IL COMMENTO – A fine gara è soddisfatto Giorgio De Togni:

“Nei primi due set siamo stati premiati dalla battuta che li ha messi in difficoltà. Poi loro hanno un po’ preso le misure, ma nel quarto è andato tutto per il verso giusto. La squadra sta facendo passi in avanti, siamo un bel gruppo e anche i giocatori che partono dalla panchina danno un contributo importante. Aspettiamo anche il pieno recupero di Bruno Temponi per essere al cento per cento”.

Powervolley Revivre Milano-Ziraat Bankasi Ankara 3-1 (25-20, 25-21, 19-25, 25-15)
Revivre:
Bencz 20, Bermudez 6, Horstink 9, Kauliakamoa 1, Cerbo (L), Temponi, Patriarca 11, Rizzo (L), Mattera 3, De Togni 7, Dos Santos 6, Preti 1, Valsecchi, Djuranovic ne. All. Maranesi.
Ziraat: Selim ne, Berkan ne, Rouzier 18, Burak 12, Ferreira 10, Emre 1, Volkan (L), Serhat, Cansin ne, Huseyin 6, Eren 9, Koray, Alperay (L) ne, Cuneyt 8, Rodriguez ne. All. Muñoz.
Note: Milano: battute vincenti 7, battute sbagliate 13, attacco 61%, ricezione 57%-33%, muri 6, errori 16. Ziraat: battute vincenti 5, battute sbagliate 18, attacco 51%, ricezione 44%-29%, muri 12, errori 29.

News Reporter
Sono nato e cresciuto in Lombardia. Mi considero giovanissimo e ambizioso, amante del calcio giocato e parlato; da sempre tifosissimo della Juventus, oltre che appassionato dei campionati inferiori e meno conosciuti di questo sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi