Ciclomercato: talento e gioventù, Pibernik correrà con la Lampre-Merida
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Un corridore giovane di grandi qualità ha scelto la LAMPRE-MERIDA per compiere il grande passo nella categoria World Tour.

Luka Pibernik (foto: ufficio stampa Lampre-Merida)
Luka Pibernik (foto: ufficio stampa Lampre-Merida)

Si tratta di Luka Pibernik, sloveno di soli 20 anni, dal 2015 membro dell’organico blu-fucsia-verde in virtù di un contratto biennale.

Le doti da ottimo passista adatto a percorsi misti hanno consentito a Pibernik di mettere in bacheca, nella seppur ancora brevissima carriera da professionista (stagioni 2012, 2013 e 2014 tra le fila della Radenska, formazione slovena di categoria Continental diretta da Andrej Hauptman, ex corridore Lampre), una maglia di campione nazionale sloveno pro (anno 2013).

Tra le fila della LAMPRE-MERIDA, Pibernik troverà il connazionale Jan Polanc, suo compagno di squadra anche nella Radenska nella stagione 2012 e per i primi mesi del 2013. Insieme, formeranno una coppia di giovani ciclisti dalle ottime prospettive che potrà arricchire la linea verde della formazione diretta dal team manager Brent Copeland.

L’intento del team per il 2015 è di trovare il giusto equilibrio nell’organico dei corridori tra esperienza e gioventù – ha spiegato Copeland – I nostri direttori sportivi potranno contare su un gruppo di giovani ciclisti di assoluto valore, sarà importante dare loro gli adeguati spazi e consentire una crescita graduale. Pibernik ha già dimostrato di poter essere competitivo anche in gare impegnative, grazie a doti naturali non indifferenti e a una interessante solidità. Non ha potuto esprimersi al meglio nella stagione 2014 a causa di alcune vicissitudini di carattere fisico, ma ora è pronto per guardare alla prossima stagione con entusiasmo e fiducia“.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi