Coppa Italia LegaPro: Renate di misura sulla Cremonese
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il Renate festeggia la terza vittoria consecutiva ed il passaggio al turno successivo della Coppa Italia Lega Pro. Dopo i successi con SudTirol ed Albinoleffe, oggi la truppa guidata da Simone Boldini ha replicato superando di misura la Cremonese. Il gol vittoria, al nono del primo tempo, è siglato da Rovelli con un tiro fantastico dai 30 metri, simile a quello di Adobati di appena tre giorni fa.

Allo stadio “Zini”, le due squadre entrano in campo cercando di onorare al meglio l’impegno infrasettimanale. Al 9’ come detto sono subito le pantere a passare in vantaggio. Rovelli, defilato sulla destra, da circa 30 metri lascia partire un tiro che si deposita nell’angolino alto dove Galli non può arrivarci. Una parabola tanto potente quanto precisa che vale il vantaggio per i nerazzurri. Il Renate continua a macinare gioco ed al 13’, Spampatti conclude verso la porta.

L’estremo difensore di casa è bravo nell’uscita deviando il pallone che viene conseguentemente messo in corner da Zieleniecki, ben appostato sulla linea di porta. La Cremonese si fa vedere quattro minuti più tardi con un bel diagonale di Kirilov che si spegne a lato. Al 36’, brivido per i nerazzurri quando sul retropassaggio corto di testa di Adobati si fionda Manaj che di punta anticipa Steni in uscita. Per fortuna a sventare il pericolo c’è Di Gennaro, autore di una prova davvero convincente. Prima del riposo, Chimenti imbecca Curcio che è bravo nel controllo e nella successiva conclusione sulla quale Galli devia in angolo.

Nella ripresa, la Cremonese spinge con più convinzione in avanti. I ragazzi di Boldini controllano comunque la situazione provando ad utilizzare l’arma delle ripartenze. Al 5’ ci prova Pedrinelli dai 16 metri ma Galli non si lascia sorprendere. Al 13’, Manaj sulla linea di fondo atterra Di Gennaro.

L’arbitro non fischia e lascia proseguire l’azione con lo stesso attaccante classe ’97 che spedisce la sfera a lato. Cinque minuti più tardi è ancora il gioiellino albanese che su punizione sfiora il palo. Al 34’, bellissima triangolazione tra Curcio e Gavazzi con quest’ultimo che si vede parare il suo tiro con i piedi da Galli. Negli ultimi dieci minuti i padroni di casa tentano il tutto per tutto attaccando con continuità. Un paio di azioni degne di nota sul quale il Renate riesce a salvarsi. E così dopo quattro minuti di recupero, le pantere possono esultare per il passaggio del turno.

Risultato: 0 – 1

Cremonese:  Galli; Gambaretti, Zieleniecki, Giorgi (dal 29’pt Marchi. A), Crialese; Tripsa (dal 12’st Favalli), Lombardo, Moroni; Marchi. M, Manaj (dal 26’st Brighenti), Kirilov.

A disposizione: Battaiola, Mascolo, Ciccone, Di Francesco.  All: Montorfano

Renate: Steni; Gavazzi, Di Gennaro, Adobati, Morotti (dal 1’st Mira); Pedrinelli (dal 18’st Scaccabarozzi), Chimenti, Muchetti; Rovelli (dal 32’st Cocuzza), Spampatti, Curcio.

A disposizione:  Cincilla, Bonfanti, Iovine, Florian.  All: Boldini

Reti: 9’pt Rovelli (R)

Ammoniti: Crialese, Moroni (C); Adobati, Di Gennaro, Curcio, Steni (R)

Espulsi: nessuno

Angoli: 6 a 4 per il Renate

Arbitro:  Sig. Giampaolo Mantelli di Brescia coadiuvato dai Sigg. Carovigno di Potenza e Marques di Saronno

Recupero:  2’ + 4’

Spettatori: 300 circa

 

Davide Guglielmetti

Ufficio Stampa A.C Renate

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi