Milan, Galliani sul problema alla caviglia di Torres
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Nel pre partita di Milan-Plaermo, in esclusiva ai microfoni Sky Sport HD ha parlato l’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani.

Qual è il rimedio alla “pareggite” che ultimamente affligge il Milan?

Sì, sono arrivati due pareggi ma stiamo facendo un buon campionato. 

Quanto la intriga vedere Saponara nel ruolo di mezz’ala?

Saponara è un ragazzo intelligente e ha capito che se vuole trovare spazio deve fare la mezz’ala sinistra. Io glielo dico dall’inizio della stagione, ci parliamo sempre e lui è convinto di poter far bene in quel ruolo lì. D’altra parte nasce come mezza punta, è difficile per lui fare l’attaccante esterno, ha capito che c’è spazio lì e si sta applicando. Nella vita bisogna sempre cercare di occupare gli spazi, quando si capisce che si crea un vuoto bisogna infilarsi dentro. Saponara è un ragazzo intelligente e sta cercando di fare quello.

Sono 35 anni di Milan per lei

Sì, ieri sera con il Presidente abbiamo ricordato i nostri 35 anni di televisione e di calcio:  1° novembre 1979- 1°novembre 2014.

Quali altri traguardi avete fissato?

50, abbiamo fissato i 50 anni, le Nozze d’Oro. Almeno lì riesco ad arrivarci, col Presidente spero di arrivarci, nel resto non ci sono arrivato purtroppo.

Galliani adesso è diventato buono, ma quando andavamo a chiedergli i premi si arrabbiava (Massimo Ambrosini, ndr)

Ti ricordi? Ti ricordi le battaglie? A Udine, l’ultima volta che abbiamo vinto lo Scudetto mi avete fatto morire perché avete raggiunto un accordo la sera prima, praticamente firmato, e poi siete ritornati pensando alla mia debolezza, che è avvenuta, il giorno dopo avete rinnegato quello che avevate firmato, rinegoziato e portato a casa più soldi. E’ vero o no?

E’ vero, è vero. Ma è il gioco delle parti. Alla fine lei di pagare i premi era sempre felice (Massimo Ambrosini, ndr)

Sì, sì. Speriamo di pagarne ancora. E’ un po’ che non ne paghiamo e vogliamo ritornare a pagar premi.

Vuole anche continuare a vedere questi tweet che fioccano da tutte le parti o anche lei si è infastidito?

No. Io poi nei rapporti di coppia non m’infilo per ovvi ed evidenti motivi. Paro subito la domanda così almeno ho disinnescato la mina perché sapevo dove volevate andare a parare (sorride, ndr).

Come sta Torres fisicamente? Si è detto che è arrivato a Milano già con un problema alla caviglia e che lo staff medico non ne sapesse niente?

No, assolutamente no. Ho visto quando si è fatto male. E’ saltato e ricaduto sul piede di Rami. Ho assistito esattamente al momento preciso in cui è successa questa cosa. Comunque non è una cosa gravissima, ma una cosa che va a posto sicuramente. Chi ha giocato a calcio lo sa benissimo, quando ricadi sul piede di un altro è pericoloso per le caviglie. Non c’era nessun problema antecedente, anche perché nei primi allenamenti volava e quindi è impossibile. E’ successo assolutamente a Milanello.

 

Per il terzo posto sono previsti dei premi?

E certo che ci sono! Buona serata (sorride, ndr).

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi