A Torre Pellice l’Hockey Milano chiude il 2014 con una sconfitta

Sfida a Torre Pellice tra due squadre divise da un solo punto nella classifica del Master Round con i padroni di casa decisi a difendere il quarto posto dall’assalto dei rossoblu. Il Valpellice rinuncia al solo Signoretti mentre Pope e Frigo, usciti con qualche “ammaccatura” dalla sconfitta di Brunico, sono regolarmente in pista. L’Hockey Milano deve rinunciare a Vallorani, Latin e Piccinelli.

Valpellice e Hockey Milano mostrano subito di essere squadre ispirate dando vita ad un primo periodo molto piacevole, con gli ospiti che dopo due minuti riescono ad andare in vantaggio con Migliore. I Bulldogs cercando subito la reazione con Kulmala che sembra il più ispirato fra i torresi, tanto che al 12’ è lui a freddare Caffi per la rete dell’1-1. Il portiere rossoblu è sicuramente in serata visto che ferma poi le conclusioni di Pope, DiCasmirro e si oppone anche al termine della frazione sulla doppia conclusione di Frigo che sembrava poter portare i suoi in vantaggio giusto a ridosso del primo intervallo.

Equilibrio e spettacolo anche nella frazione centrale, con i rossoblu che tornano in vantaggio sull’asse Caletti- Gron, con il numero 77 che piazza un disco basso per battere Sidor, ma la Valpe non demorde e ribalta il risultato con Pope (in superiorità) e Campbell portando i padroni di casa sul 3-2 nel giro di tre minuti. I milanesi però non si arrendono e continuano a giocare, sfruttando poi una doppia superiorità per costruire il 3-3 con il tocco dell’ex Petrov che riporta così tutto in parità. Finale di periodo sempre vibrante, anche se nessuna delle formazioni riesce a costruire qualcosa di realmente pericoloso nella zona di Caffi e Sidor.
Dopo aver superato due inferiorità il Milano cerca di farsi pericoloso con Fontanive ma Sidor è attendo e sventa la minaccio rossoblu. Squadre più accorte nel terzo periodo, anche quando gli animi si scaldano per una carica in balaustra di Frigo che costringe Borghi ad uscire dal ghiacci in barella prima che l’attaccante torrese venga mandato negli spogliatoi con una penalità partita. Quando il gioco riprende le due squadre giocano a viso aperto senza risparmiarsi su ogni singolo disco, con la Valpe che va a segno con Silva ma con il Milano che cerca subito la reazione per il pareggio che sfiorano senza fortuna le conclusioni di Lutz, Gron e Fontanive che cerca di sorprendere sull’intervento Sidor che riesce sventare il pericolo. Il portiere torrese è decisivo ad una manciata di secondi dalla sirena finale sul tocco a colpo sicuro di Migliore che però non trova lo spazio giusto, concedendo poi ai Bulldgos la possibilità di segnare a porta vuota la rete del definitivo 5-3 con il tocco di rovescio di DiCasmirro che chiude una delle più belle partite giocate in questo campionato per emozioni e tensione sul ghiaccio. La Valpe consolida la quarta piazza e stacca il Milano di quattro punti.

 

Serie A – Itas Cup – 26esima Giornata  – Playoff Race – Risultati

30 dicembre 2014 – Seconda Fase – 4° Turno

 

HC Val Pusteria Lupi – Asiago Hockey 1935 3-4 (1-2/2-1/0-1)

Marcatori: 08:54 (1-0) M.Oberrauch (T.Makela/A.Hofer); 10:28 (1-1) K.Devergilio (F.Benetti/D.Iori); 17:00 (2-1) A.Borrelli in sup.num. (D.Sullivan/J.Magnabosco); 33:26 (2-2) M.Oberrauch (P.M. Devos/A.Helfer) in sup.num.; 33:59 (2-3) L.Ulmer (S.Marchetti/T.Carnevale); 38:28 (3-3) M.Oberrauch (G.Scandella/P.M. Devos); 40:29 (3-4) T.Carnevale (S.Bentivoglio/S.Hotham);

Arbitri: Claudio Ferrini e Gregory Loreggia; Giudici di linea: Marco Mori ed Ulrich Pardatscher;

 

HC Valpellice Bodino Engineering – Hockey Milano Rossoblu 5-3 (1-1/2-2/2-0)

Marcatori:  02:23 (0-1) T.Migliore (A.Petrov/E.Caletti); 14:01 (1-1) V.Kulmula (M.Pope/S.Campbell); 27:49 (1-2) T.Gron (E.Caletti/N.Fontanive); 30:53 (2-2) M.Pope (L.Frigo/A.Silva); 33:57 (3-2) S.Campbell (M.Pope/L.Frigo) in sup.num.; 35:05 (3-3) A.Petrov (A.Lutz/E.Caletti) in doppia sup.num.; 53:18 (4-3) A.Silva (P.Canale/M.Pozzi); 59:50 (5-3) N.Di Casmirro a porta vuota (S.Campbell/M.Pope);

Arbitri: Andrea Benvegnù e Michele Gastaldelli; Giudici di linea: Simone Lega ed Alexander Wiest;

Rittner Buam – HC Gherdeina valgardena.it  7-1 (2-1/1-0/4-0)

Marcatori: 02:00 (1-0) J.Kostner (C.Borgatello/L.Felicetti); 07:15 (2-0) E.Johansson (D.Tudin/A.Ambrosi); 12:26 (2-1) J.Maylan (J.Newton/I.Demetz); 34:53 (3-1) E.Johansson (M.Ploner/M.Spinell); 51:48 (4-1) T.Ramsey  in doppia sup.num. (C.Borgatello/E.Johansson); 52:35 (5-1) T.Ramsey in sup.num. (C.Borgatello/T.Spinell;; 53:31 (6-1) L.Felicetti (J.Kostner); 56:11 (7-1) E.Johansson (M.Ploner/D.Tudin);

Arbitri: Davide Deidda e Karel Metelka; Giudici di linea: Patrick Gruber e Claus Unterweger;

 

SSI Vipiteno Weihenstephan – Hafro Sg Cortina 3-2 (0-0/2-2/1-0)

Marcatori: 23:21 (1-0) G.Braito (F.Wieser/M.Naatanen); 25:57 (1-1) P.Wunderer (L.Zandonella/S.Gron); 28:41 (1-2) R.Lacedelli (S.Gron); 33:35 (2-2) J.Walters (J.Owens/M.Naatanen); 55:12 (3-2) J. Owens (J.Walters/M.Naatanen);

Arbitri: Glauco Colcuc e Fabio Lottaroli; Giudici di linea: Nicola Basso ed Alberto Plancher;

 

HC Appiano Roi Team Consultant – Sv Caldaro Rothoblaas 4-6 (1-2/3-2/0-2)

Marcatori: 02:07 (1-0) M.Eisenstecken (M.O. Vallerand/P.Stimpfl) ; 07:25 (1-1) D.Deanesi (R.Andergassen); 12:50 (1-2) T.Waldthaler (T.Pichler/T.Ranta) in sup.num.; 24:17 (2-2) J.Waldner (D.Ceresa/J.Hazen) in sup.num.; 25:03 (2-3) A.Frei (R.Andergassen/D.Janik) in sup.num.; 28:40 (3-3) M.O. Vallerand (F.Ebner/J.Waldner); 29:07 (3-4) A.Andergassen ; 31:39 (4-4) R.Raffeiner (S.Unterkofler); 41.09 (4-5) A.Berry (T.Ranta/K.Montgomery); 39:38 (4-6) A.Frei a porta vuota;

Arbitri: Thomas Gasser e Karl Pichler; Giudici di linea: Christian Cristeli e Christian Gamper;

 

SHC Fassa – HC Egna Riwega 2-1 d.t.r.

Marcatori: 21:50 (1-0) R.Locatin (P.Bustreo/S.Pellettier); 31:14 (1-1) M.Castlunger (S.Ryhanen/M.Da Tos); 65:00 (3-2) Rigore decisivo di  M.Marchetti

Arbitri: Massimo De Col ed Andrea Moschen; Giudici di linea: Federico Pace ed Alex Waldthaler;

 

Classifica Master Round:

Asiago 60 punti;

Val  Pusteria 54 punti;

Rittner Buam 53 punti;

Valpellice 51 punti;

Milano 47 punti;

Gherdeina 36 punti;

 

Classifica Playoff Round:

Vipiteno 38 punti;

Cortina 34 punti;

Appiano 30 punti;

Egna 30 punti;

Fassa 22 punti;

Caldaro 13 punti;

News Reporter
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi