Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sotto l’imponente presenza del Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo, Davide Cimolai è riuscito a entrare nelle prime dieci posizioni dell’ordine d’arrivo della tappa conclusiva del Dubai Tour 2015.

(foto da: Ufficio Stampa Lampre-Merida)

 

Parteza dalla marina di Dubai e arrivo al Burj Khalifa dopo 128 km senza particolari sussulti, con una fuga di 5 corridori controllata bene dal gruppo e neutralizzata in vista dell’arrivo. Da notare come, per la prima volta in questa edizione della corsa araba, non ci fossero corridori della LAMPRE-MERIDA tra gli attaccanti di giornata: nella prima tappa si era unito alla fuga Valls, nella seconda il taiwanese Feng e nella terza era toccato allo sloveno Pibernik.

Volata a ranghi compatti, con Cimolai bravo a destreggiarsi, anche grazie a un eccellente Pibernik, fino a ottenere l’8° posto, un piazzamento tra le prime dieci posizioni che gli era sfuggito nei giorni precedenti. Vittoria di tappa e conquista della classifica generale finale per Cavendish.Per la LAMPRE-MERIDA (foto Bettini), il primo corridore che si incontra scorrendo la graduatoria definitiva è Pozzato, 10° a 18″ dal velocista inglese.

Giornata negativa per Jan Polanc, coinvolto a 30 km dal traguardo in una caduta che lo ha visto urtare entrambe le mani con violenza sull’asfalto. Con l’assistenza del medico della LAMPRE-MERIDA, dottor Beltemacchi, Polanc è stato sottoposto a esami radiografici che hanno evidenziato una frattura allo scafoide.

Il Dubai Tour ha avuto un esito migliore per un altro giovane blu-fucsia-verde, Ilia Koshevoy, 2° nella classifica per i giovani (stesso tempo del vincitore Valgren, il quale ha fatto però registrare piazzamenti migliori).

ORDINE D’ARRIVO
1- Cavendish 2h37’15”
2- Viviani s.t.
3- Lobato s.t.
4- Swift s.t.
5- Guardini s.t.
8- Cimolai s.t.
16- Pibernik s.t., 41- Pozzato s.t., 44- Koshevoy s.t., 59- Xu s.t., 75- Valls s.t., 77- Feng s.t., 117- Polanc s.t.

CLASSIFICA GENERALE FINALE
1- Cavendish 15h22’38”
2- Degenkolb 6″
3- Lobato 10″
4- Valverde 12″
10- Pozzato 18″
24- Koshevoy 26″

 

Ufficio Stampa Lampre-Merida

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi