Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il ritorno alla vittoria del Club Italia femminile passa ancora una volta per la strada del tie break. Al Centro Pavesi le azzurrine vincono l’ennesima battaglia con la Bakery Piacenza, dopo una partita dall’andamento diametralmente opposto a quella del sabato precedente contro Rovigo: questa volta sono le ragazze di Mencarelli ad andare sotto di due set, recuperare lo svantaggio e chiudere la strepitosa rimonta con un quinto set praticamente perfetto che le proietta a quota 22 punti in classifica.

(foto da: Ufficio Stampa Club Italia)

 

Nei primi due set la gara è molto combattuta, ma sono gli errori-punto a fare la differenza: il Club Italia sbaglia tre volte più delle avversarie (21 contro 8) e al fotofinish la spunta sempre una Bakery attenta in difesa e precisa in attacco, nonostante l’assenza di Viganò che parte dalla panchina. Dal terzo set la partita cambia e la rappresentativa azzurra riesce a fare la differenza grazie a una battuta più incisiva (11 ace) e a una Paola Egonu in formato stellare: 34 punti con il 52% in attacco, 4 servizi vincenti e 3 muri, a cui si aggiungono i 4 di un’ottima Anna Danesi. Piacenza resiste fino al 9-9 del tie break, poi alza bandiera bianca.

Per le azzurre importante anche l’impatto di Mabilo, entrata dalla fine del secondo set al posto di Berti e rimasta in campo fino alla fine; nella squadra ospite si fa sentire in attacco e in battuta l’ex di turno Alessia Fiesoli, autrice di 11 punti, poi sostituita da Viganò che dà il suo contributo di esperienza a partita in corso.

Grazie a questo successo il Club Italia sale provvisoriamente al settimo posto in classifica, in attesa delle altre gare della giornata, mentre la Bakery consolida la sua decima posizione. Le azzurrine torneranno in campo domenica 15 febbraio alle 17.30 in casa della Corpora Aversa.

La cronaca:

Con Orro fuori causa per un piccolo problema muscolare, Mencarelli schiera Malinov in regia confermando per il resto la formazione vista all’opera contro Rovigo. Sorpresa anche nella formazione di Piacenza: Viganò parte dalla panchina, nel sestetto titolare l’ex azzurra Alessia Fiesoli. Il Club Italia prova a staccarsi sul 4-2 con un muro vincente di Egonu, ma viene raggiunto e superato sul 6-8 da Fiesoli. Piacenza allunga poi fino al 7-11 con un incisivo turno di servizio di Fava; Danesi e Malinov limitano i danni (14-15) e D’Odorico firma il 18-19, ma le azzurre non riescono a completare la rimonta a causa di qualche errore di troppo, e subiscono il 20-23 di Do Carmo. Fiesoli si procura due set point, ma un errore in battuta e l’ace di Egonu li annullano per il 24-24; ai vantaggi però Egonu sbaglia il servizio e manda out l’attacco del 24-26.

Il secondo set si apre con un Club Italia in difficoltà in ricezione, e sullo 0-2 Mencarelli manda in campo Camperi al posto di Guerra. La Bakery continua però a premere sull’acceleratore, allungando fino al 5-9 e poi al 6-12 grazie ai servizi di Fiesoli e Fava. Un parziale di 5-0 sulla battuta di Malinov rimette in scia le azzurre (11-12), ma la Bakery si stacca di nuovo portandosi sul 13-16 e sul 14-19 con il muro di Fiesoli. Entra Mabilo per Berti e dal massimo svantaggio (15-21) la squadra di casa torna prima a meno 2 con Egonu, poi a meno 1 con il muro di Danesi: 22-23. L’errore di Guerra in battuta consegna però due set point alla Bakery, che chiude al secondo tentativo con Fiesoli per il 23-25.

Reagisce il Club Italia nel terzo set: subito 4-2 per la squadra di casa, che si fa raggiungere sul 7-7 ma passa nuovamente avanti 12-9 grazie al servizio di Guerra e agli attacchi di Egonu. Le azzurre piazzano poi un altro break per il 16-10 e costringono Pistola a gettare nella mischia Rocca e Viganò. La mossa funziona per la Bakery, che si riporta sotto 18-16, ma il time out chiamato da Mencarelli interrompe la serie e il solito servizio di Egonu regala l’allungo definitivo: 8 punti consecutivi per il 24-16, prima del punto di Mabilo che riapre la gara.

Sull’onda dell’entusiasmo, le padrone di casa partono bene anche nel quarto set (4-2), ma Piacenza non molla e risponde colpo su colpo per il 10-10. Dopo il time out tecnico il servizio di Danesi regala il break del 14-11 alle azzurrine, che incrementano il vantaggio con Egonu per il 16-12. Rientra Viganò e la Bakery accorcia le distanze fino al 17-16 proprio sulla battuta della numero 2; attacco e muro di Danesi riportano però avanti il Club Italia (21-17), che poi chiude con autorità con Guerra conquistando l’ennesimo tie break.
Per il set decisivo confermata in campo Viganò nelle file della Bakery. Danesi comincia con due errori per lo 0-2, ma si riscatta con il servizio vincente del 3-3.

Al cambio di campo il Club Italia è in vantaggio 8-7, ma l’equilibrio non si spezza fino all’11-9 firmato da D’Odorico ed Egonu. Pistola chiama time out, poi Egonu mura Do Carmo per il 13-10; sempre la numero 7 mette a segno il 14-11, ma Saguatti e Viganò annullano i primi due match point. Sul 14-13 la palla è ancora una volta per Egonu che non sbaglia e regala la vittoria alle azzurre.

I COMMENTI –

“Non abbiamo mai smesso di crederci – commenta Paola Egonu a fine partita – e dal terzo set in poi non abbiamo mollato più un pallone. Ci abbiamo dato dentro, cercando di dare il massimo fino alla fine. La differenza l’abbiamo fatta in battuta, un fondamentale in cui siamo migliorate davvero tanto. Certo ci piacerebbe prima o poi vincere qualche partita anche 3-0 o 3-1, ma per oggi ci accontentiamo, è un ottimo risultato”.

Soddisfatta solo a metà Carlotta Cambi:

“Una bella partita, ma resta il rammarico per non averla chiusa: siamo in lotta per la salvezza e per noi ogni punto vale oro. Abbiamo sperato nel colpaccio, anche perché c’era tanto entusiasmo in campo, ma il calo del terzo set ha inciso molto sull’andamento della gara. In queste ultime settimane, comunque, stiamo cercando di mettercela tutta perché vogliamo a tutti i costi evitare la retrocessione”.

Club Italia-Bakery Piacenza 3-2 (24-26, 23-25, 25-17, 25-18, 15-13)
Club Italia: Piani ne, Zannoni (L), Spirito (L), D’Odorico 10, Egonu 34, Orro ne, Mabilo 7, Tenti ne, Danesi 17, Guerra 17, Malinov 3, Berti 4, Camperi. All. Mencarelli.
Bakery Piacenza: Viganò 5, Fiesoli 11, Rocca, Cecchetto (L), Giuliodori 7, Do Carmo 12, Saguatti 11, Cambi 5, Fava 2, Moretto 7, Ferretti ne, Gioia. All. Pistola.
Arbitri: Marotta e Pozzi.
Note: Spettatori 250 circa. Club Italia: battute vincenti 11, battute sbagliate 16, attacco 44%, ricezione 78%-50%, muri 12, errori 39. Bakery: battute vincenti 4, battute sbagliate 13, attacco 35%, ricezione 62%-43%, muri 6, errori 20.

 

Ufficio Stampa Club Italia

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi