Ti piace questo articolo? Condividilo!

Testa e cuore: due parole che riassumono a pieno la vittoria, preziosissima, ottenuta dal Paddy Power Geas contro la Libertas Bologna, battuta solo dopo un supplementare col punteggio di 64-57. Le rossonere, in rincorsa per quasi tutta la partita, si sono scatenate negli ultimi 5’ di gioco, piazzando grazie ad Arturi e Tognalini un parziale di 10-3 nel tempo supplementare e regalandosi un importante vittoria che vale il primato in classifica ma soprattutto 4 punti di vantaggio su una delle rivali più temibili per la lotta ai playoff. Le geassine danno così prova di grande carattere, portando a casa una vittoria in una serata dove di certo il gioco non è stato brillante e la prestazione da non catalogare tra le migliori della stagione. Spesso però, e a ragione, si dice che le squadre forti e che puntano in alto devono vincere anche in serate non troppo positive: per questo coach Zanotti può sorridere e ricominciare subito a lavorare per le prossime gare, frutto di un bottino di 4 punti in due partite.

Dopo un primo tempo non certo ben giocato, con percentuali dal campo molto basse e con errori grossolani in attacco, le geassine si sono riprese, restando a contatto con le avversarie grazie a una buona difesa (24 recuperi alla fine, anche se con 23 perse) e rimontando anche un -8 nel terzo quarto che avrebbe tagliato le gambe ad altre squadre. Ma questo gruppo ha dimostrato, ancora una volta, di avere un grande carattere e di poter contare, su tutte, di una Giulia Arturi (ancora top scorer della squadra con 16 punti) in formato trascinatrice: la capitana comincia con un folgorante 5-0 personale e chiude il supplementare con la sentenza senza appello: 6 punti e un assist per Tognalini..

Quest’ultima a sua volta ha avuto un ruolo di primo piano nella serata: concreta e proficua sia in attacco che a rimbalzo (doppia-doppia da 12 punti e 14 rimbalzi). Federica ha tenuto il campo anche per la compagna Barberis, in azione solo 14 minuti per un problema muscolare, e nel primo tempo ha dato man forte sotto i tabelloni alla squadra nel momento in cui Laterza si è trovata in difficoltà (0 punti nei primi due quarti). Ma la pugliese di Brooklyn si è ripresa alla grande nella seconda metà della gara con 10 punti e 15 rimbalzi totali.

In una serata per lei sofferta in attacco, rilevante è stata la difesa di Gambarini sulla giustamente temuta play italo americana D’Alie, ben contenuta (anche da Mazzoleni): decisiva poi una “rubata” della play-guardia rossonera sulla rivale per spingere il Geas al 54-54 che portava all’overtime. Preziosi gli apporti di Beretta, Kacerik e Galli, con canestri e difesa di grande utilità. Di certo nel supplementare le geassine hanno dato l’impressione di avere più energie da spendere rispetto alle avversarie.

“Stasera – commenta coach Zanotti – non abbiamo di certo giocato una delle nostre migliori partite: nel primo tempo in particolare abbiamo sbagliato tantissimo, giocando una fase offensiva davvero scarsa e tenendo il contatto con Bologna solo grazie alla difesa. Per fortuna abbiamo chiuso il primo tempo sotto solo di 4 punti, cosa che ci ha concesso, nella ripresa, di restare a contatto alzando il ritmo e trovando percentuali migliori dal campo.

Guardando il tabellino si vede che in molte statistiche siamo state inferiori alla Libertas, ma dobbiamo ricordare che in campo ci sono sempre anche delle avversarie e che se giochiamo non al top non è sempre colpa nostra, ma spesso merito di chi ci sta di fronte. Le ragazze hanno dato prova di esserci anche nei momenti difficili, rimontando anche uno svantaggio di 8 punti e concedendo poi, nel supplementare, davvero poco alle avversarie.

Negli ultimi 5’ abbiamo piazzato la zampata decisiva, conquistando due punti di grinta e carattere, che ci consentono di lasciarci alle spalle di 4 punti una rivale forte come la Libertas. È vero, manca tanto alla fine di questo girone, ma questo è già un buon vantaggio su una di quelle squadre che certamente lotterà per i playoff e che ha le carte in regola, forse più di qualche altra, per farlo. È una vittoria importante anche perché alle ragazze fa bene anche dover sudare maggiormente i successi di quanto, fortunatamente, ci è capitato nelle ultime settimane, quando avevamo conquistato vantaggi importanti poi gestiti bene. Non diciamo questo per presunzione, ma per prendere coscienza del fatto che in campo ci sono sempre anche le avversarie e che tutti vogliamo vincere”.

Prossimo impegno per il Geas sarà la sfida contro Villafranca di Verona, sconfitta in casa 66-71 da Ferrara, attuale capolista del girone insieme alle rossonere.

Libertas Bologna – Paddy Power Geas 57-74

Ufficio stampa Paddy Power Geas

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi