Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sarà una domenica particolare quella in arrivo per Stefano Patriarca, centrale della Powervolley Revivre Milano che nel prossimo turno di SuperLega UnipolSai sarà di scena a Civitanova contro la Cucine Lube Banca Marche Treia. Il giocatore molisano, infatti, è l’ex di turno, avendo militato nella scorsa stagione nella formazione marchigiana con la quale ha festeggiato la vittoria dello scudetto. In mattinata, Patriarca è stato protagonista a Radio Milan Inter nel consueto spazio settimanale del mercoledì, dove ha fatto il punto della situazione in casa Revivre.

La squadra di Maranesi è reduce dal ciclo di ferro iniziato con la trasferta di Modena e proseguito domenica scorsa con la sfida al Mediolanum Forum (3.650 spettatori) contro Trento. Ora il trittico di fuoco si concluderà domenica nel nuovo palazzetto di Civitanova affrontando i campioni d’Italia della Lube.

“E’ un ciclo – spiega Patriarca – che abbiamo affrontato una partita alla volta, giocando a viso aperto, ma riscontrando un tasso tecnico degli avversari nettamente superiore. Dobbiamo prendere queste partite più difficili come preparazione a quelle da vincere. Dopo la sfida con la Lube, inizierà nuovamente il nostro campionato contro formazioni più abbordabili. All’andata abbiamo vinto contro Padova, Monza e Altotevere, ma questa volta dovremo conquistare i tre punti per migliorare la classifica”.

Parentesi amarcord-Lube.

“Sono contentissimo di ritrovare la mia ex squadra e sono curioso di vedere il nuovo palazzetto: l’anno scorso aveva qualche pilastro, ora è diventato realtà e la società se lo merita”.

Infine Patriarca analizza l’evoluzione del gioco della Revivre Milano.

“Siamo tutti d’accordo sulla necessità di lavorare sulla battuta: va migliorata, contro Trento avremmo potuto fare molto di più se fosse entrato il servizio. Dove, invece, stiamo andando meglio è il muro-difesa: lo alleniamo molto e si vede. Ora dovremo concentrarci sulla battuta in vista delle sfide che puntiamo a vincere”.

 

Ufficio Stampa Powervolley

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi