CONI Lombardia, Psico&Sport: tutto pronto per il quarto appuntamento

“Obiettivi, emozioni e performance di squadra” è il titolo del quarto appuntamento di “Psico&Sport”, in programma il 23 febbraio presso la sede del CONI Lombardia dalle ore 18.00 alle 21.00. Saranno Armando Pintus, psicologo ed Esperto CONI, e Giuseppe Righini, docente in Scienze Motorie e Docente CONI, a condurre il pubblico a esplorare modi e metodi per far sì che una squadra possa raggiungere risultati e obiettivi, oltre a mostrare quali possono essere gli ostacoli e gli “inciampi” sulla via del successo.

Quanto è importante che un team definisca gli obiettivi, i comportamenti e i risultati attesi per migliorare le prestazioni o per far fronte a una possibile defaillance? E quali valori ed “etica” vengono messi in atto in un team che ottiene risultati? Queste le domande che verranno messe sul tavolo della discussione ed i temi che verranno analizzati grazie anche all’aiuto di una testimonial di tutto rispetto come la ginnasta Daniela Masseroni, che vanta nel suo palmarès anche una Medaglia d’Argento alle Olimpiadi di Atene 2004, e di ospiti certamente qualificati quali Christian Brocchi, ex centrocampista A.C Milan e allenatore della Primavera rossonera, Stefano Giulian, Responsabile Tecnico SGS FIGC , Roberto Boerci, Fisioterapista e Osteopata AC Milan, ed Enrico Arrigotti, Preparatore atletico nelle squadre giovanili dell’Internazionale F.C.

Con loro e con il pubblico presente, sempre caldamente incoraggiato a intervenire e a interagire con relatori e ospiti, si affronteranno argomenti come comunicare stati d’animo e obiettivi in modo efficace, condividere emozioni e comportamenti potenzianti, creare un’etica coinvolgente dello “stare insieme e realizzare insieme”, stimolare stati d’animo positivi oppure imparare a elaborare la delusione, il senso di colpa o di risentimento verso i compagni, tutti aspetti molto rilevanti per il clima e i risultati che un gruppo ottiene o smette di ottenere.

Le prestazioni di squadra e di team, infatti, sono sempre collegate ad aspetti specifici di comunicazione, gestione degli obiettivi, delle emozioni e delle dinamiche di gruppo. Ancora una volta, dunque, si vedrà come la comunicazione efficace ben diretta, con una corretta interpretazione dei feedback, sia alla base del fluido comporsi di un gruppo che impara a condividere obiettivi, emozioni, a supportare chi nel gruppo talvolta può mostrare qualche fragilità, a dividere i frutti della soddisfazione per le vittorie e stemperare, senza sottovalutarla, la frustrazione per una sconfitta, trasformandola in una risorsa per migliorare e ritrovare lo slancio.

Come sempre, lo sport si dimostra utile e paradigmatico per la vita di tutti, sportivi professionisti, dilettanti e non sportivi. Poiché “squadre” sono anche i gruppi di colleghi, i compagni di scuola, gli amici, le famiglie. E anche nelle attività quotidiane le varie “squadre”, cui ognuno di noi appartiene, stanno insieme e vincono grazie alla pratica delle buone relazioni che passa attraverso la “buona” comunicazione.

 

Ufficio Stampa CONI Lombardia

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi