BePink LaClassica: il programma del week-end pasquale
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Giro delle Fiandre, GP Dottignies e Memorial Trovò gli appuntamenti del Team: questo il programma pasquale per il team di ciclismo femminile BePink LaClassica.

144,9 chilometri, con partenza e arrivo a Oudenaarde; 10 muri; 5 settori di pavé: la 12^ Ronde Van Vlaanderen femminile andrà in scena domenica 5 aprile lungo lo spettacolare tracciato fiammingo che porterà la carovana ad affrontare alcune delle asperità-simbolo delle due ruote, prima di poter approdare alla linea bianca: Wolvenberg, Molenberg, Leberg, Berendries, Valkenberg, Kaperij, Kanarieberg, Kruisberg/Hotond, Oude Kwaremont e Paterberg.

Nella Classica-Monumento belga, terzo appuntamento di Coppa del Mondo dopo Ronde van Drenthe e Trofeo Alfredo Binda, BePink LaClassica schiererà le neozelandesi Ruby Livingstone, Georgia Williams e Jaime Nielsen, la russa Anastasia Chulkova, le italiane Silvia Valsecchi e Simona Bortolotti. Le medesime atlete lunedì 6 aprile prenderanno parte al Grand Prix de Dottignies (1.2 UCI, 125,2 chilometri).

Sempre il giorno di Pasquetta una seconda formazione composta da Ilaria Bonomi, Ana Maria Covrig, Giorgia Fraiegari, Michela Maltese, Tereza Medvedova, Ilaria Sanguineti e Ksenyia Tuhai gareggerà al 7° Memorial “D. & S. Trovò” di Schiavonia D’Este (PD) diretta in ammiraglia dai DS Sigrid Corneo e Marino De Carli.

“Il Giro delle Fiandre è una delle corse più prestigiose e più belle in assoluto ed è sempre un onore potervi prendere parte,“ ha commentato il Team Manager Walter Zini, che guiderà la trasferta al Nord.“Le ragazze sono determinate e, sicuramente, onoreranno al meglio questa sfida. Come faranno anche lunedi, quando ci aspetteranno due altri importanti appuntamenti sia in terra belga che in Italia.”

Line-Up Ronde van Vlaanderen – Belgio (domenica 5 aprile, CDM):
Simona Bortolotti, Italia, nata il 6/12/1994
Anastasia Chulkova, Russia, nata il 7/03/1985
Ruby Livingstone, Nuova Zelanda, nata il 12/03/1993
Jaime Nielsen, Nuova Zelanda, nata il 03/09/1985
Silvia Valsecchi, Italia, nata il 19/07/1982
Georgia Williams, Nuova Zelanda, nata il 25/08/1993

Line-UP Grand Prix de Dottignies – Belgio (lunedi 6 aprile, 1.2 UCI):
Simona Bortolotti, Italia, nata il 6/12/1994
Anastasia Chulkova, Russia, nata il 7/03/1985
Ruby Livingstone, Nuova Zelanda, nata il 12/03/1993
Jaime Nielsen, Nuova Zelanda, nata il 03/09/1985
Silvia Valsecchi, Italia, nata il 19/07/1982
Georgia Williams, Nuova Zelanda, nata il 25/08/1993

Line-Up Memorial “D. & S. Trovò” – Schiavonia D’Este (PD) (lunedi 6 aprile, Open):
Ilaria Bonomi, Italia, nata il 13/05/1995
Ana Maria Covrig, Italia, nata l’8/12/1994
Giorgia Fraiegari, Italia, nata il 18/07/1995
Michela Maltese, Italia, nata il 20/04/1995
Tereza Medvedova, Slovacchia, nata il 27/03/1996
Ilaria Sanguineti, Italia, nata il 15/04/1994
Ksenyia Tuhai, Bielorussia, nata il 1/07/1995

GIOVANI: LE ESORDIENTI SOFIA, GIORGIA E ASIA PRONTE AL DEBUTTO – Il team BePink, da sempre attento alla crescita e alla formazione delle atlete, anche nel 2015 proseguirà con il proprio impegno nel ciclismo giovanile. A portare la livrea di BePink LaClassica nelle competizioni riservate alle Esordienti saranno tre ragazzine nate nel 2002 e appartenenti al primo anno della categoria: Sofia Clerici, Giorgia Dioguardi e Asia Gelpi.

Il terzetto farà il proprio debutto in gruppo lunedi 6 aprile al 37° GP Frazioni, che si correrà sulle strade di Lodetto (BS).

“E’ per noi un piacere avere tra le nostre fila tre cicliste così giovani,” ha sottolineato Zini. “Poter contribuire alla crescita, sportiva e umana, anche di ragazze così piccole è motivo di grande orgoglio. A Sofia, Giorgia e Asia facciamo il nostro migliore in bocca al lupo perché possano vivere una stagione ricca di soddisfazioni e di divertimento, grazie a quello che è uno degli sport più belli al mondo!”

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi