brocchi

Le magnifiche otto pronte ad invadere la Liguria e portare a casa il titolo di Campione d’Italia Primavera. Tra queste anche l’Inter di Stefano Vecchi e il Milan di Christian Brocchi, che oggi (ore 14.30) scopriranno le rispettive avversarie nei quarti di finale della manifestazione dopo il sorteggio che si terrà a Savona.

Ieri, intanto, si sono aggregate al lotto anche Lazio e Spezia, che nel secondo turno preliminare hanno eliminato, rispettivamente, il Palermo e il Chievo. Molto sofferta la qualificazione dei biancocelesti di Simone Inzaghi, che hanno avuto la meglio sui rosanero di Giovanni Bosi solo ai calci di rigore per 10-9. Vittoria netta, invece, per lo Spezia contro il Chievo campione uscente. In Liguria hanno deciso le reti di Nura (25′) e Miocchi (90′).

Due i vincoli da rispettare per i sorteggi: Fiorentina, Inter e Roma, vincitrici dei rispettivi gironi e Torino, migliore seconda, saranno teste di serie e non potranno incontrarsi fra loro. Non potranno inoltre essere accoppiate squadre dello stesso girone eliminatorio, quindi evitato almeno per ora il derby di Milano tra Inter e Milan.

Il rossoneri di Christian Brocchi affronteranno sicuramente una tra Fiorentina, Roma, Torino, Spezia e Bari, mentre l’Inter aspetta di sapere quale sarà la sua avversaria tra Lazio, Spezia e Bari.

I quarti di finale si svolgeranno in due giornate: il 9 giugno alle 16.30 a Genova (stadio Sciorba) e alle 21.00 a Savona (Stadio Comunale Bacigalupo). Il 10 giugno alle 16.30 ancora a Genova e alle 21.00 a Chiavari (Stadio Comunale). Semifinali in programma il 12 e il 13 giugno, rispettivamente alle 18.00 a Savona e alle 21.00 a Chiavari. Martedì 16 giugno, allo Stadio Comunale di Chiavari (ore 18.00) la finale per decidere chi sarà Campione d’Italia Primavera 2015.

L’Inter, vincitore in sette occasioni, manca l’appuntamento con il titolo dal 2012; diverso il discorso in casa Milan, dove l’unica affermazione data addirittura 1965.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.