Coppa Italia Softball: a Bollate trionfa Legnano
Ti piace questo articolo? Condividilo!

A Bollate è andato in scena l’atto finale della Coppa Italia di Softball, con la vittoria finale per Legnano su La Loggia e Forlì.

Una vittoria che ripaga di tanti sacrifici, della società e della mia famiglia”, con queste parole una raggiante Ilaria Pino, catcher e capitano del Legnano, commenta la vittoria della Coppa Italia da parte della squadra biancorossa. Una affermazione che arriva una maniera strana, grazie al risultato di un’altra partita, quella tra Rhibo La Loggia e Fiorini Forlì, al termine di una giornata surreale vissuta sul campo di Bollate, ma anche con a smartphone e computer per seguire, via streaming, la straordinaria affermazione dell’Italia di Marina Centrone, all’Europeo di Rosmalen.

Dopo aver giocato e perso la prima partita contro il Rhibo La Loggia, il Legnano è sceso immediatamente in campo per la seconda contro il Fiorini Forlì. A quel punto, per conoscere il vincitore della Coppa Italia, diventava fondamentale la sfida tra Forlì e La Loggia ma, contestualmente, a Rosmalen (causa la pioggia) andava per le lunghe la semifinale di recupero tra Olanda e Repubblica Ceca e si sarebbe allungata l’attesa per vedere l’Italia in campo.

Ilaria Pino, che di quella Nazionale ha fatto parte per ben 136 volte in carriera e che fino allo scorso anno era parte del gruppo, ha vissuto con grande trasporto entrambe le partite, con un occhio alla tv e l’altro al campo. “Alla fine per me è una giornata bellissima”, dice il catcher legnanese, “Siamo tornate a vincere al Coppa Italia e lo abbiamo fatto, credo, meritatamente e contemporaneamente la Nazionale è tornata sul tetto d’Europa. Meglio di così non si sarebbe potuto pretendere da questa giornata”.

 

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi