Inter-Verona, Felipe Melo: Giochiamo male? Guarda il Barcellona
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Nel post partita di Inter-Verona, il centrocampista nerazzurro Felipe Melo ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

Primo gol da 3 punti che vale la quinta vittoria consecutiva: possiamo chiamarti Felice Melo questa sera?

Di sicuro. Felice non per il gol, felice perché abbiamo lottato fino alla fine. Magari non è stata la mia prestazione migliore, però alla fine abbiamo lottato, non è facile giocare contro una squadra che ha tutti dietro alla palla.

Ringrazio tantissimo Dio perché per me è una notte importante, ho tutta la famiglia qui, mia moglie, i bambini, mia madre e mio padre.

Cosa vi ha urlato nell’intervallo Mancini?

Mancini e anche noi giocatori, perché dovevamo far girare questa palla veloce. Non è facile giocare contro una squadra che è forte, sono alti, sono forti fisicamente, tutti dietro la palla. Però, dai, torno a dire che ringrazio tanto Dio perché ci ha dato la capacità di fare una grande gara e portare questi 3 punti a casa. Questi 3 punti ci fanno portare in alto in campionato.

L’1-0 sta diventando un marchio di fabbrica. Cosa rispondi a chi dice che l’Inter gioca maluccio?

Vedi il Barcellona giocare a calcio.

Ti aspettavi di entrare così in fretta nel cuore dei tifosi dell’Inter?

Io ho la mia fede in Dio, io lavoro con tantissima umiltà. Quando sono arrivato qui, ho detto che avrei voluto fare la storia, così come ho fatto in Turchia con il Galatasaray, che non era facile, c’erano i tifosi come quelli dell’Inter che facevano pressione, ci sono abituato, sono cresciuto in una squadra come il Flamengo, ho giocato un Mondiale con il Brasile, voglio tornare a giocare con la mia nazione. Ringrazio tantissimo Dio. 

È la prima volta che ti capita di baciare tua moglie a bordocampo dopo un gol?

È la prima volta, la mia bella moglie, che quando arrivo a casa mi sopporta (ride, ndr). Ringrazio tantissimo Dio per questo momento.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi