Powervolley, Daniele Sottile e la nazionale: “Europei? Arrivare più in alto possibile”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

E’ tornato in Nazionale dopo molti anni chiamato dal nuovo CT Gianlorenzo Blengini e ha subito centrato la qualificazione olimpica per Rio2016 insieme al nuovo gruppo azzurro. E’ Daniele Sottile, palleggiatore nato a Milazzo nel 1979 da quest’anno in forza a Powervolley Revirve Milano.

Daniele è un palleggiatore esperto, solido, di grande affidabilità e a Milano lo attendono Luca Monti e i suoi nuovi compagni di squadra per affrontare il campionato di SuperLega che inizierà il prossimo 25 ottobre.

Ma prima ci saranno i Campionati Europei Maschili e Daniele ha giusto fatto in tempo a passare un paio di giorni dal PalaBorsani, nuova casa della società meneghina, prima di ripartire per il collegiale pre-Europei.

E non poteva certo “sottrarsi” alla prima intervista ufficiale della sua nuova squadra: Powervolley Revivre Milano.

Daniele, torni in Nazionale dopo 10 anni e conquisti subito il pass olimpico per Rio2016. Cosa hai provato e come ti sei trovato a vestire nuovamente la maglia azzurra? 

“La mia convocazione è stata un po’ una “sorpresa”, perché era già diverso tempo che non facevo parte della nazionale. E’ stata un’esperienza bellissima, sono entrato in gruppo nuovo, è stato veramente molto bello. Sono passati due mesi, durante i quali abbiamo lavorato molto e siamo riusciti a centrare questa qualificazione alle Olimpiadi per noi fondamentale perché l’Italia non stava attraversando un buon periodo ultimamente. Il merito è sicuramente del CT e di tutto il gruppo. Credo che questa qualificazione sia importantissima per tutto il movimento pallavolistico italiano. Personalmente sono molto contento dell’esperienza fatta. Penso e spero di essere utile a questo gruppo e spero vivamente di continuare a esserlo.

L’ace contro L’Argentina che ha ridato speranza all’Italia?

“Forse ho avuto un po’ di fortuna, però in quel momento è stato importante essere riuscito a farlo”.

Venerdì hai conosciuto i tuoi compagni di squadra. Che impressioni hai avuto?

“Venerdì sono passato al Palazzetto per un saluto generale, ma devo dire che ho subito avuto delle impressioni positive. Anche se non sono mai stato presente per via della Nazionale, sento spesso Luca Monti e gli altri dirigenti per gli aggiornamenti sulla situazione e devo dire che siamo tutti molto contenti perché si sta lavorando bene. Ho saputo della vittoria di sabato che fa sicuramente bene. Le prime partite sono importanti per trovare le prime certezze e la vittoria è stata sicuramente un fattore molto positivo. Conosco molti ragazzi di questo gruppo. Credo sia un ottimo gruppo e si possa fare un bellissimo lavoro”.

Gli Europei sono alle porte. Come vedi questa nuova avventura?

“Probabilmente partiremo mercoledì pomeriggio, ma non abbiamo ancora una convocazione ufficiale. Gli Europei rappresentano sicuramente un’altra nuova e stimolante avventura perché ci saranno le migliori squadre a livello europeo. Si tratta di un’altra manifestazione difficile, dove cercheremo di fare e dare il massimo. Le certezze dopo la World Cup sono aumentate, cerchiamo di arrivare più in alto possibile”.

 

Ufficio Stampa

Powervolley Revivre Milano

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi