Club Italia e Valentina Diouf al torneo “Spirito di Squadra”
Ti piace questo articolo? Condividilo!
Per il Club Italia femminile è arrivato il momento del primo impegno sul campo, e il livello è già altissimo. Sabato 10 e domenica 11 ottobre la rappresentativa della Federazione Italiana Pallavolo parteciperà alla terza edizione del torneo “Spirito di Squadra” a Gubbio (PG), insieme a tre avversarie di grande spessore: Liu Jo Modena, Imoco Conegliano e Savino del Bene Scandicci, tutte squadre che il Club Italia si ritroverà di fronte nel prossimo campionato di Serie A1. Le azzurrine partiranno per l’Umbria nella giornata di venerdì 9 ottobre. Sabato 10 ottobre alle 18 l’esordio in semifinale contro la Liu Jo Modena; domenica 11 ottobre alle 15 la finale per il terzo posto, seguita dalla finalissima del torneo. L’evento è organizzato dall’associazione “Spirito di Squadra” per ricordare il giovane Francesco Rampini, scomparso tragicamente nel 2012. La prima edizione del torneo si è svolta l’anno successivo; da allora, l’incasso della manifestazione viene interamente devoluto in beneficenza all’associazione Spirit Onlus, realtà che opera nel territorio di Gubbio praticando ippoterapia a disabili e portatori di handicap. I biglietti per le gare hanno un costo di 10 euro per la giornata del sabato e 15 euro per quella di domenica; sono disponibili anche abbonamenti per la gradinata a 20 euro e per la tribuna a bordocampo a 25 euro. I bambini fino a 6 anni entrano gratis. I biglietti sono acquistabili direttamente presso la Palestra Polivalente di Gubbio o nei punti vendita indicati sul sito ufficiale www.spiritodisquadra.com.
Di seguito il programma del torneo:
Palestra Polivalente – via dell’Arboreto – Gubbio (PG)
Sabato 10/10
ore 15 Imoco Volley Conegliano-Savino del Bene Scandicci
ore 18 Liu Jo Modena-Club Italia
Domenica 11/10
ore 15 Finale per il terzo posto
ore 18 Finale per il primo posto
Ufficio Stampa Club Italia
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi