Ti piace questo articolo? Condividilo!

Milano offre possibilità a chiunque voglia praticare sport, qualsiasi sport, anche il Badminton. Considerato un’attività di nicchia, giocare a volano sta diventando sempre più comune e sta conquistando sempre più ragazzi. Nel capoluogo lombardo troviamo il Badminton Club Milano che concentra praticamente tutte le sue attività all’interno dello splendido PalaBadminton, struttura federale che è un’eccellenza italiana.

Lezioni sia per gli adulti che per i più piccoli che seguiranno corsi con maestri Federali, professionisti ed estremamente competenti. Qui si possono trovare anche corsi utilissimi per i più piccoli per migliorare la loro psicomotricità e coordinazione, corsi di mini-badminton, pre-agonismo e agonismo per gli adolescenti. La sede è situata in via Cimabue 24 e alcuni corsi per i bambini dai 7 ai 17 anni si svolgono nella palestra Bacone via Monteverdi.

Sport antichissimo, le testimonianze storiche confermano l’esistenza, fin dal I secolo a.C., di un antico gioco cinese in cui si usavano volani e rudimentali racchette. Molto popolare, il gioco inizia a “volare” e diffondersi verso terre lontane raggiungendo il Giappone, l’India, fino toccare la Grecia e poi arrivare in Inghilterra. Il volano acquisisce dignità di disciplina sportiva nel 1860, in un castello inglese, “Badminton House”, luogo da cui la disciplina prende il nome e dove vengono codificate le regole e si diffonde in tutto il pianeta.

Nonostante il pochissimo risalto, quasi inesistente, sui media italiani al giorno d’oggi il Badminton è il terzo sport più praticato al mondo e può contare su 164 associazioni affiliate alla federazione internazionale Badminton World Federation (BWF).

La BWF è l’organo di governo dello sport del badminton ed ha sede a Kuala Lumpur (Malesia) e uffici a Losanna (Svizzera) e collabora attivamente per lo sviluppo del Badminton con il CIO e i Comitati Olimpici Nazionali.

Il Badminton compare in Italia negli anni ’40. Nei primi anni ’60, si comincia a diffondere la pratica in maniera non omogenea. Dopo le prime apparizioni, il badminton entra nel 1974, grazie alle intuizioni e all’opera del Cavalier Aurelio Chiappero, in una fase pioneristica. Il 16 giugno 1974 è una data storica per il volano in Italia. Il Cavalier Chiappero scrive al CONI, dichiarando la sua intenzione di costituire “la Federazione Italiana del Volano – FIDV”.

Un percorso antico e nobilissimo che ha elevato questo sport che ora punta a conquistare sempre più persone, in Italia e nel mondo.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi