Zvonimir Boban compleanno: la storia di un mito
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Zvonimr Boban compie oggi 47 anni. Nato a Imoschi, città di 10.000 anime, in Croazia – allora si chiamava Jugoslavia – l’8 ottobre 1968, Boban cresce calcisticamente nella Dinamo Zagabria che lo fa esordire in prima squadra all’età di 16 anni. Dopo 6 anni in Croazia, Zvone si trasferisce al Milan per una cifra vicina ai 10 miliardi di lire. Zorro, chiamato così per la sua eleganza ed i suoi tocchi al pallone, ripagherà i dirigenti rossoneri con le sue giocate dal 1992 al 2001.

251 presenze, sotto la guida tecnica di Capello e successivamente di Zaccheroni, farcite da 30 gol. Con il Milan vince praticamente tutto: 4 Scudetti (1992-1993, 1993-1994, 1995-1996, 1998-1999), 2 Supercoppe Italiane (1993, 1994) 1 UEFA Champions League (1993/94) ed 1 Supercoppa UEFA (1994). Nel 2001, lascia i rossoneri per trasferirsi al Celta Vigo, ma nell’ottobre dello stesso anno è costretto a ritirarsi causa problemi di pubalgia che ne condizionano il rendimento. Dopo aver appeso le scarpette al chiodo, Zvone si laurea in storia all’Università di Zagabria ed attualmente è opinionista fisso a Sky Sport. A Zvonimr Boban vanno gli auguri più sinceri da parte della redazione di Milano Sportiva.

In carriera ha giocato con la nazionale jugoslava prima e croata poi. Nella sua lunga carriera, anche la partecipazione all’Europeo del 1996 e al Mondiale 1998, quello che una super nazionale croata con Suker e Boksic tra gli altri concluse addirittura al terzo posto.

Terminata la carriera agonistica, si è laureato in storia all’Università di Zagabria, prima di intraprendere la carriera di commentatore tecnico per Sky Sport e per la tv croata RTL Televizija.

Nel suo palmares ci sono quattro Scudetti (Milan: 1992-1993, 1993-1994, 1995-1996, 1998-1999), due Supercoppa italiana (Milan: 1993, 1994), una Champions League (Milan: 1993-1994), una Supercoppa Europea (Milan: 1994), un Campionato mondiale Under 20 (Jugoslavia: 1987) ed è stato nominato due volte calciatore croato dell’anno (1991, 1999).

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi