Caronnese-Derthona: la vigilia
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La stagione della Caronnese non finisce di raccogliere proseliti. Il passaggio al secondo turno di Coppa Italia ottenuto mercoledì ai danni della Virtus Bergamo continua un’imbattibilità finora non ancora scalfita, per un campionato vissuto al comando con 24 punti nelle prime 10 giornate.

UN AVVERSARIO FACILE – Annichilita 4-0 la Fezzanese in terra ligure, i rossoblu tornano a esibirsi davanti al pubblico amico contro un cliente piuttosto morbido sulla carta, un Derthona attualmente piazzato in metà graduatoria, abile a imporsi sul Castellazzo Bormida nell’ultimo test casalingo. Fruito del turnover al cospetto del team orobico, la formazione che schiererà il mister Marco Zaffaroni dovrebbe ricalcare il tutto e per tutto quella di settimana scorsa, complice un organico al completo.

MAIR ALLA CACCIA DI GOAL – Tra i pali Federico Del Frate, protetto dal pacchetto arretrato che recita Nicolò Guanziroli, Denis Caverzasi, Roberto Rudi, Andrea Giudici. Nella zona nevralgica il talento classe ’96 Giorgio Galli, reduce da eccellenti prove, dà manforte a Luca Guidetti, mentre il compito di galoppare nei pressi delle linee laterali verrà affidato a Luca Giudici e Matteo Barzotti. Tandem offensivo che rivedrà Federico Corno fungerà da spalla al bomber Denis Mair, già arrivato a quota otto centri.

Domenica 1° novembre, ore 14.30
Stadio Comunale “Corso della Vittorio” di Caronno Pertusella

CARONNESE (4-4-2): Del Frate; Guanziroli, Caverzaghi, Rudi, Giudici A.; Giudici L., Guidetti, Galli, Barzotti; Corno, Mair. All. Zaffaroni
DERTHONA (4-3-3): Ferraroni; Gilio, Procida, Velardi, Rubin; Diallo, Dolce, Scienza; El Khayari, Varela, Draghetti. All. Calabria
ARBITRO: Maria Marotta di Sapri.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi