adidas: le nuove Messi15 di Leo Messi

Leo Messi, anche se infortunato, continua a mietere successi e adidas ha deciso di celebrarlo ancora una volta con la nuova colorazione delle Messi15, le scarpe da calcio a lui dedicate.

MESSI15, LOOK DARK – La Pulce sta ritornando dall’infortunio e, ai piedi, si appresta ad avere le nuove Messi15 dal look dark. Quest’anno l’argentino ha condotto il Barcellona al successo in campionato, nella coppa nazionale, nella Champions League e nella Supercoppa Europea, senza dimenticare la finale di Copa América con l’Argentina.

Dopo uno stop dovuto al suo infortunio, i fan di tutto il mondo vedranno il loro eroe tornare in campo con l’ultima versione delle Messi15, sviluppate da adidas in stretta collaborazione con Messi.

LE NOVITA’ – La tomaia nera in materiale messiTOUCH crea un forte contrasto con il Matte Ice Metallic ed il Running White delle due precedenti versioni, continuando a garantire tocco e sensibilità uniche, già presenti nelle Messi15 10/10, andate esaurite in pochissimo tempo.


Le Messi15, costruite per vincere, presentano una tomaia nera che sfuma nel Solar Red verso il tallone della scarpa e il messiFRAME. Il Solar Red rappresenta il calore e l’intensità che Leo mette in ogni partita e ogni allenamento.

L’audace blocking attorno al collare e il Solar Green contribuiscono a dare alle nuove Messi15 un look dinamico e moderno, mentre una grande M domina l’avampiede per renderle immediatamente riconoscibili.

Il messiPRINT presenta dei nuovi tacchetti rotondi sull’avampiede che, insieme al messiGAMBETRAX forniscono una configurazione dinamica dei tacchetti e una suola che garantisce dei movimenti esplosivi ai giocatori dinamici.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi