Arnaboldi: che 2015!

Un anno ricco di soddisfazioni per il tennista milanese Andrea Arnaboldi. Nel 2015 la sua classifica è migliorata tanto da avvicinarsi al suo best ranking di numero 153 al mondo. I buoni risultati nei challenger e alcuni acuti nel circuito dei grandi, sembrano aver finalmente consacrato il talento nostrano.

Il challenger di Cherbourg – L’anno di Arnaboldi non soddisfa le aspettative riposte, la trasferta australiana si rivela fallimentare, viene fermato al 3T e ad un passo dal sogno main draw. Le cose però cominciano a cambiare a fine febbraio sul veloce indoor del “Challenger La Manche”, dove Arnaboldi riesce a centrare i quarti del torneo. A Cherbourg, in Francia, dopo aver battuto al primo turno il britannico Liam Broady, e nel secondo il bosniaco Aldin Setkic, è costretto a fermarsi con la 19enne wild card francese Enzo Couacaud.
Il challenger di Kazan – Sui campi di cemento di Kazan, in Russia, l’italiano ottiene un altro buon risultato. Nel “Kazan Kremlin cup” Arnaboldi ha vinto nel primo turno proprio contro Enzo Couacaud, proseguendo poi con il lituano  Laurynas Grigelis. Ancora una volta però non riesce a superare i quarti, bloccato da uno strepitoso Yuki Bhambri.
Il challenger di Napoli – In primavera arriva il challenger di Napoli e la storia si ripete un’altra volta. Dopo una durissima lotta contro Matteo Donati, viene piegato ancora ai quarti al termine di un match, dove la sensazione era quella che la maggiore esperienza di Arnaboldi potesse avere la meglio.
Roland Garros – Il risultato più importante della stagione per il milanese arriva a Parigi, dove non si limita a superare le qualificazioni. Andrea infatti conquista il secondo turno del Roland Garros annullando un match point e dominando al quinto sull’australiano James Duckworth, nei primi 100 del ranking. Si ferma quindi al secondo turno la straordinaria avventura al Roland Garros del canturino Andrea Arnaboldi. Un traguardo storico per il tennista, sconfitto da una potenza del tennis mondiale come Marin Cilic.
2016 – La prossima stagione dovrà dirci se Arnaboldi potrà finalmente compiere quel salto di qualità che tutti stanno attendendo. Il sogno sarebbe vederlo nella top 100 del ranking. Per raggiungerla però ci vorranno più vittorie e una forza di volontà non comune.
News Reporter
Nato a Milano. Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università Statale di Milano. Dall'amore per il calcio e per il giornalismo, nasce la volontà di perseguire la carriera di giornalista,specie in ambito sportivo, al fine di unire le due passioni.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi