Inveruno-Grumellese 2-0: l’analisi
Ti piace questo articolo? Condividilo!

L’Inveruno non smette di sorridere, abile a imporsi per 2-0 sulla Grumellese e a inanellare il terzo successo di fila che gli vale in graduatoria il settimo posto in coabitazione con la Folgore Caratese.

UNO-DUE TERRIFICANTE – I più pimpanti nelle battute iniziali sono gli orobici, pericolosi con due conclusioni di Gullit che costringono all’intervento Matteo Voltolini. L’equilibrio è il fattore portante del confronto, così come il desiderio reciproco di proseguire la scalata verso i piani alti, e mentre Enrico Bernasconi non trova soddisfazione personale solo per prodigioso salvataggio sulla linea, gli sforzi vengono tuttavia premiati da un calcio di rigore. Diretto verso la porta nemica, a continuazione di una scintillante azione corale, Mario Chessa viene sgambettato al 38’ da Rizzola, espulso dall’arbitro. Dagli undici metri si presenta Marco Gaeta, freddo come il ghiaccio. Il momento clou è rappresentato però dal siluro di ottima fattura a opera di Marco Morao, che dai 25 metri non lascia scampo a Layeni.

MISSIONE COMPIUTA – La superiorità di uomini impedisce sconvolgimenti nella ripresa e i supporters gialloblù possono dormire sonni tranquilli, specialmente dal momento in cui Davide Ondei si fa cacciare per un calcio di frustrazione rifilato a Gaeta e così, mancato il sigillo finale da Chessa (traversa) il triplice fischio finale è pura formalità.

INVERUNO (4-3-3): Voltolini; Spadaccino, Botturi (36’ Marioli), Ciappellano, Leotta; Lazzaro, Truzzi (65’ Demasi), Morao; Bernasconi (53’ Nava), Gaeta, Chessa. A disp. Cavalli, Rivaletto, Moriggi, Repossi, De Santis, Broggini. All. Mazzoleni.
GRUMELLESE (4-4-2): Layeni; Rizzola, Tignonsini, Ondei, Flaccadori; Pozzoni, Guerci (46’ Bonfanti), Carroccio, Lleshaj; Vorobjovs (70’ Guercilena), Gullit (82’ Piro). A disp. Frattini, Marku, Gambarini, Antwi, Pasini, Longo. All. Bonazzi.
RETI: 39’ Gaeta (rig.), 45’+1 Morao
ARBITRO: Sajmir Kumara di Verona
NOTE: Espulsi Rizzola al 39’ e Ondei al 63’. Ammoniti Leotta per l’Inveruno, Tignonsini e Guerci per la Grumellese.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi