Softball: Bollate candidata per ospitare l’Europeo 2017

Il Bollate Softball si è ufficialmente candidata ad ospitare l’Europeo che si svolgerà nel mese di luglio 2017, manifestazione dove l’Italia si presenterà da campione in carica.

Brianna Lindsey McGovern, foto ufficio stampa Bollate Softball
Brianna Lindsey McGovern, foto ufficio stampa Bollate Softball

BOLLATE SOFTBALL, CENTRO DEL MONDO – Un Europeo in Italia, dunque; e per realizzare il sogno si candida la società per eccellenza del movimento nazionale intero, il Bollate Softball. La volontà è quella di organizzare il Campionato Europeo Seniores del luglio 2017; ora, per avere il via libera definitivo, bisogne aspettare il mese di febbraio 2016, quando si riunirà il congresso durante il quale la European Softball Federation (ESF) comunicherà la sede ufficiale della manifestazione.

Mc Kenzi Wyn Corn, foto ufficio stampa Bollate Softball
Mc Kenzi Wyn Corn, foto ufficio stampa Bollate Softball

CAMPIONATO EUROPEO, UN PROGETTO AFFASCINANTE – L’Italia ha già ospitato sei volte il campionato Europeo; l’ultima è stata nel 2011, sede Ronchi dei Legionari. Ma non deve passare un messaggio sbagliato: organizzare una manifestazione del genere vuol dire studiare un progetto impegnativo, per la calendarizzazione di circa novanta partite, con la partecipazione di una ventina di squadre nazionali: un evento imponente che richiederà un’organizzazione capillare.

BOLLATE E CARONNO, L’UNIONE FA LA FORZA – Proprio per questo motivo il Bollate Softball potrà godere del supporto del Rheavendors Caronno, che metterà a disposizione il proprio campo da gioco, quello di Caronno Pertusella che, insieme a Saronno, fu base dell’organizzazione di un’altra edizione degli Europei, quella del 2003 vinta dall’Italia). Ciò che desiderano i dirigenti del Bollate, si legge in una nota, è “ospitare un evento internazionale che porti la società sotto agli occhi di tutto il softball europeo e rendere la cittadinanza partecipe di una manifestazione sportiva di così alto livello”.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi