Alessandro Altobelli: 60 anni da bomber di razza
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Tempo di amarcord dalle tinte nerazzurre oggi. Compie infatti gli anni l’ex bomber Alessandro Altobelli, indimenticato attaccante campione del mondo a Spagna ’82.

UN AVVIO PROMETTENTE – Nato il 28 novembre 1955 a Sonnino, piccolo comune in provincia di Latina, viene scovato proprio dagli osservatori dei “Leoni alati” e approda nelle giovanili del club. Compiuto il debutto in prima squadra (stagione 1973-1974) lascia ottime impressioni nell’allora campionato di Serie C1 e ad ingaggiarlo è il Brescia, deciso a consentirgli il salto di categoria.

LO SBARCOALLA CORTE NERAZZURRA – La B non è una divisione in cui è agevole cimentarsi, ma, nonostante la prima annata chiusa con appena due centri all’attivo, l’esperienza con le rondinelle alla fine si rivela talmente proficua (26 reti in 77 presenze) che ad accorgersi del suo potenziale è l’Inter, pronta a tesserarlo nel corso della sessione estiva di mercato 1977.

I TRIONFI – Negli undici anni di militanza ‘Spillo’ scende sul terreno di gioco in ben 466 occasioni e mette a referto 128 goal nella massima serie (209 complessivi), 15 dei quali decisivi per la conquista dello scudetto 1979/1980. Una competizione a portargli altrettanta fortuna è la Coppa Italia, della quale vince due edizioni (1977/1978 e 1981/1982) e rimane tuttora il miglior topscorer di sempre (56 realizzazioni).

EROE SPAGNOLO – Un significativo apporto lo assicura inoltre alla Nazionale. Esordito, ventiquattrenne, il 18 giugno 1980, ha un ruolo decisivo per le sorti del ‘Mundial’. Rimpiazzato l’infortunato Graziani durante il primo tempo della finalissima al cospetto della Germania Ovest, firma il definitivo 3-1, come primo subentrante a segnare in un atto conclusivo della manifestazione.

LE ULTIME BATTAGLIE – Unico marcatore della spedizione azzurra a Messico 1986 e valida scelta negli Europei in Germania, sempre nel 1988 si trasferisce alla Juventus per un’annata tormentata da infortuni che non gli impedisce tuttavia di offrire un ottimo contributo al team quando viene schierato. Rientrato al Brescia, militante nella categoria cadetta, appende trentaquattrenne gli scarpini al chiodo nel giugno 1990 e attualmente è sesto nella classifica dei bomber azzurri a fronte di 25 finalizzazioni.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi