Seregno: ufficiale, ritorna Salvatore Lillo
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il mercato di Serie D si è appena aperto e il Seregno mette già a segno il primo colpo col ritorno di Salvatore Lillo.

FELICI MEMORIE – Nato il 2 ottobre 1991 a Milano, il ragazzo è reduce da una stagione, la 2014/2015, disputata proprio con gli Azzurri. Un campionato peraltro convincente sul piano del rendimento, racchiuso dai sette goal realizzati in trenta partite, in grado di riportarlo sulla cresta dell’onda a termine di un cammino piuttosto movimentato.

L’ASCESA – Cresciuto in club dalla lunga e storica tradizione quali Como e Monza, a scovarne il potenziale è il Pontisola, pronto ad affidargli (2009) l’opportunità di confrontarsi nella massima lega dilettantistica per due stagioni, prima del salto di categoria. Affascinata dalle sue qualità di inserirsi fra le linee, abbinate alla propensione di rendersi utile per più ruoli (preferibilmente da trequartista ed esterno), il Casale gli offre la chance di misurarsi fra i professionisti.

SCINTILLA SVANITA – L’avventura in C2 si rivela però avara di soddisfazioni e così gli tocca ripartire più in basso alla ricerca di quella scintilla persa lungo il tragitto. La rinascita parte dai campi di Eccellenza, divisione fino a quel momento mai affrontata, ma ideale al fine di scaricare la pressione ed esprimere quell’estro e intuizioni grazie a cui aveva catturato parecchi estimatori.

ALTI E BASSI – Ingaggiato dalla Vimercatese, passa al Sant’Angelo e lì, approdato in territorio barese, viene catapultato assieme ai suoi compagni nelle difficoltà economiche della rappresentativa, da cui il fallimento a stagione in corso. Dopo l’annata passata a difendere la causa del Seregno, il Legnano si rivela una fugace parentesi, prima del rientro, stavolta a disposizione di Rocco Cotroneo.

LE PRIME PAROLE – Un ingaggio di cui è felice anche il diretto protagonista: “Voglio far bene, dare il massimo per questa squadra e cercare di fare cose importanti in campionato e Coppa Italia visto che siamo ancora in corsa. Mi fa molto piacere tornare qui, devo ripagare la fiducia della Società. Il campionato è lungo, faremo il massimo per arrivare in alto. Ho ritrovato due compagni, gli altri li conoscevo come avversari e mi hanno accolto bene”.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi