Luiz Adriano bacca

Con lo 0-0 maturato sul campo del modesto Carpi, si è ufficialmente aperta la crisi del gol in casa Milan. Nonostante i 30 milioni di euro spesi per Carlos Bacca, gli otto per Luiz Adriano e il ritorno in Italia di Mario Balotelli, quella rossonera è una squadra che fatica ad andare a segno.

UNA CRISI INIZIATA DOPO LA SFIDA CON LA LAZIO – Paradossalmente la crisi del gol è iniziata dopo quel 3-1 sul campo della Lazio che aveva fatto gridare alla rinascita rossonera. E invece è arrivato il tempo dei processi: lo 0-0 contro il Carpi è la terza delle ultime quattro gare nelle quali il Milan non è riuscito ad andare a segno, intervallata solo da quello spettacolare 4-1 di San Siro alla Sampdoria maturato forse più per demeriti degli avversari che meriti propri. A tutto ciò si aggiunge anche la crisi di Carlos Bacca, che non va a segno dalla già citata sfida dell’1 novembre contro la Lazio per un totale di 371′.

QUALE LA MIGLIORE COPPIA D’ATTACCO – Ora rimane da chiedersi quale sia la migliore coppia d’attacco che Sinisa Mihajlovic abbia presentato finora in stagione: analizzando le dieci partite nelle quali il Milan è sceso in campo con due attaccanti (nove in campionato, una in Coppa Italia), balza subito all’occhio notare come quella più utilizzata, ovvero il tandem Bacca – Luiz Adriano, a conti fatti sia stato anche quello dal rendimento migliore; perché nelle sei gare che sono scesi in campo assieme i due sudamericani, il Milan ha collezionato tre vittorie contro Empoli (2-1, a segno proprio Bacca e Luiz Adriano), Palermo (3-2, doppietta per Bacca) e Perugia in Coppa Italia (2-0, Luiz Adriano in gol). Di contro, però, sono arrivati anche i ko con Fiorentina (2-0), Inter (1-0) e soprattutto Napoli (0-4), l’ultima gara che li ha visti partire assieme dal primo minuto.

L’INCOGNITA MARIO BALOTELLI – In due occasioni Mihajlovic ha alternato uno degli attaccanti sudamericani con Mario Balotelli, fintanto che l’ex Liverpool è rimasto a disposizione. Risultato: una partita al fianco di Bacca con conseguente vittoria per 3-2 a Udine (a segno proprio Balotelli) e una al fianco di Luiz Adriano con quel brutto ko a Genova contro i rossoblu di Gasperini (1-0). Nelle ultime due giornate, infine, la coppia d’attaccanti titolari è stata quella formata da Bacca – Niang. I segnali sono stati incoraggianti, in quanto in due gare il Milan ha conquistato quattro punti, segnato quattro gol e mandato in rete sia Niang, sia Luiz Adriano. A “drogare” il risultato, però, la già citata sfida di San Siro contro la Sampdoria, un 4-1 che altera di molto il giudizio sulla coppia franco-sudamericana che, invece, a Modena contro il Carpi ha clamorosamente fallito.

ECCO SU CHI BISOGNA PUNTARE – I numeri dicono che Mihajlovic dovrebbe tornare ad insistere sulla coppia Bacca – Luiz Adriano, con Niang variabile impazzita di uno scacchiere tattico sempre più complesso da comprendere. Ma la bravura di un grande allenatore sta proprio nel saper dosare forze, energie e volontà dei singoli giocatori, tenerli sempre sulla corda per fare in modo che diano il meglio. Un reparto offensivo che finora ha messo a segno comunque 12 gol (6 Bacca, 3 Luiz Adriano, 2 Niang e 1 Balotelli): “E vedrete che quando torneranno Menez e Balotelli ci divertiremo”, aveva detto Mihajlovic qualche giorno fa. Due armi in più per il tecnico serbo, che sarà però anche chiamato a saper gestire così tanti giocatori offensivi in una squadra che ha palesato molti problemi di copertura difensiva.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.