Seregno: Luigi Vitale, l’ultimo regalo per il centrocampo
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il mezzo passo falso compiuto contro la Varesina non sminuisce le velleità del Seregno, abile a chiudere oggi l’ennesimo l’acquisto di Luigi Vitale, quarta firma in questa finestra di mercato dopo le già avvenute operazioni riguardanti Salvatore Lillo, Giorgio Cavioni e Mauro Gori.

CHI E’ – Nato a Napoli il 31 marzo 1991, i segnali positivi forniti durante gli allenamenti assieme al gruppo hanno permesso al centrocampista di guadagnarsi la fiducia del club azzurro, nuova tappa di una carriera già ricca di varie avventure. Prima le esperienze nei settori giovanili di Arezzo e Perugia, poi il passaggio a Frosinone, Pescara, Savona, Poggibonsi e, infine, Potenza, quest’ultima realtà militante anch’essa nella massima divisione dilettantistica.

PENSARE IN GRANDE – Intercettato dai microfoni di Seregno Channel il ventiquattrenne partenopeo si dimostra raggiante: “Sono felicissimo per questa nuova esperienza in un campionato competitivo e con una squadra che non smette di sognare. Sappiamo qual è l’obiettivo e cercheremo fino alla fine di raggiungerlo”. Propositi verso cui il suo stesso contributo potrebbe rivestire un peso determinante, considerati i problemi fisici che iniziano ad attanagliare la linea mediana, compreso Stefano Mauri, fuori dall’ultimo undici titolare.

QUANTITA’ E QUALITA’ – Le caratteristiche sono subito servite:Sono un centrocampista che cerca di fare al meglio le due fasi, mi piace attaccare e giocare la palla mettendomi al servizio della squadra. Quello che mi chiede il mister lo faccio. Cercherò di dare il mio contributo con impegno e umiltà, sperando di ritagliarmi il mio spazio”.

AMICI COME NOI – Malgrado subentri in corso, l’ambientamento all’interno del gruppo non dovrebbe destare preoccupazioni: I ragazzi mi hanno accolto bene, sono eccezionali. Ho legato con tutti e mi sento uno di loro. Volevo ringraziare il Presidente e tutta la Società per l’opportunità che mi hanno concesso. Darò tutto per questa maglia e spero di vedere questo stadio sempre pieno”.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi