Ciliverghe-Inveruno: le ultime
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Restare in Serie D sotto l’insegna del divertimento. Missione ampiamente alla portata per l’Inveruno, alla ricerca di conferme dinnanzi al Ciliverghe.

ASSI CONFERMATI – Tanti i giovani promettenti messi a disposizione di Achille Mazzoleni, tecnico dalle idee chiare ed efficaci improntate a uno stile offensivo mai soggetto a rinunce. I tre attaccanti rappresentano infatti una costante tattica irrinunciabile, di qualità tecnica raffinata per il pianeta dilettanti. Difficile sacrificare uno fra i tenori Mario Chessa, Marco Gaeta e Jonathan Broggini e poco conta quanto di buono ha già fatto valere Enrico Bernasconi. Grazie soprattutto a loro il campionato ha preso una piega positiva secondo una linea retta che va in direzione opposta rispetto al Ciliverghe.

UN PAIO DI ARRIVI – I bresciani avevano iniziato raccolto ampi consensi nel torneo, ma il recente calo pone dubbi sullo spogliatoio forse ora meno recettivo alle istruzioni di mister Andrea Quaresmini. La piazza tranquilla rende più facile lavorare con serenità, anche se sedersi sugli allori rischierebbe di vanificare i privilegi guadagnati grazie a grande sacrificio. Segnalato l’infortunio a Filippo Carobbio, i milanesi affrontano la sfida al gran completo e due aggiunte difensive. Assieme a Fabio Genga ecco lo sbarco del terzino destro Pape, volto nuovo anch’esso ricco di esperienza in Francia. L’undici titolare poggerà comunque, oltre al numero 1 Matteo Voltolini, su Daniele Spadaccino ed Edoardo Leotta terzini, mentre il tandem Riccardo Nava-Daniele Ciappellano stazionerà in mezzo, anche se non va escluso l’ingresso a sorpresa di Andrea Botturi. In regia spazio invece a Stefano Truzzi, Andrea Lazzaro e Marco Morao.

Mercoledì 6 dicembre, ore 14.30
Stadio Comunale di Mazzano
CILIVERGHE (4-3-3): Battaiola; Comotti, Andriani, Minelli, Roma; Mozzanica, Bersi, Gjonaj; Bertazzoli, Ferrari F., Mauri. All. Quaresmini.
INVERUNO (4-3-3): Voltolini; Spadaccino, Nava, Ciappellano, Leotta; Truzzi, Lazzaro, Morao; Chessa, Gaeta, Broggini. All. Mazzoleni.
ARBITRO: Antonio Acampora di Ercolano.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi