Giana Erminio-Pordenone 1-2: commento e tabellino
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Anno nuovo, vecchie cattive abitudini. La Giana Erminio continua il tabù casalingo – l’ultima vittoria risale alla terza giornata – dinnanzi al letale Pordenone.

UNO-DUE TERRIFICANTE – I primi scampoli di incontro mostrano i beniamini locali abili nella manovra, anche se inconcludenti vicino all’area avversaria. L’esatto contrario dei neroverdi, pronti a colpire appena ne hanno occasione quando, su cross di Luca Cattaneo, Matteo Buratto serve di testa l’accorrente Alberto Filippini, abile nel trafiggere Pablo Sanchez. Il goal accende l’entusiasmo ospite e, manco passata la mezz’ora, arriva il raddoppio, generato nuovamente dall’imbeccata firmata Cattaneo direzione Matteo Mandorlini, svelto a mettere da posizione centrale la palla in rete.

DEBACLE IMMERITATA – L’azione più pericolosa firmata Giana viene imbastita sull’asse Simone Perico-Pietro Cogliati (36’), ma il tiro dell’attaccante termina fuori. Giunti nella ripresa il tema dominante l’incontro rimane il medesimo, basti segnalare la punizione di Filippini (3’), mandata in corner solo grazie all’estremo difensore. Reso incandescente il duello, complici scaramucce fra le due formazioni, una chance dalle bibliche proporzioni capita a Marco Biraghi (20’), la cui incornata viene mandata in angolo da Buratto, posizionato sulla linea. Dieci minuti più avanti debutta il giovane Simone Greselin, rimpiazzo a Perico, e da lì il match potrebbe ancora riaprirsi grazie a Fabio Perna e Biraghi, ma entrambi i loro tentativi vanno a vuoto. Solo in pieno recupero il bomber milanese accorcia le distanze, servito da Biraghi, tuttavia insufficiente a evitare una sconfitta amara.

GIANA ERMINIO (4-4-2): Sanchez; Perico (75’ Greselin), Bonalumi (66’ Romanini), Montesano, Solerio;, Biraghi, Marotta, Augello; Rossini (85’ Sanzeni), Perna, Cogliati. A disp. Paleari, Sosio, Costa, Polenghi, Grauso, Brambilla, Capano. All. Albé.
PORDENONE (4-3-3): Tomei; Boniotti, Stefani, Ingegneri, De Agostini; Mandorlini, Pasa, Buratto (84’ Berardi); Cattaneo (79’ Strizzolo), Filippini, Valente (89’ Castelletto). A disp. D’Arsiè, Parpinel, Talin, Gulin, Baruzzini, Finocchio. All. Tedino.
RETI: 11’ Filippini, 26’ Mandorlini, 91’ Perna
ARBITRO: Luca Candeo di Este.
NOTE: Ammoniti Stefani, Boniotti e Tomei per il Pordenone, Perico per la Giana Erminio.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi