Acqui – Caronnese: le ultime
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Se il buon giorno si vede dal mattino la Caronnese ha infiniti motivi per sorridere. La vittoria contro la Pro Settimo Eureka, accompagnata dal ko toccato allo Sporting Bellinzago, significa tre punti in più rispetto agli inseguitori, per un primato solitario già in palio fra poche ore.

NOTE RIVALI – L’impegno non appare affatto improbo visto che gli uomini di Zaffaroni fanno fare visita all’Acqui, attualmente in terz’ultima posizione. Organico mediocre contro cui si dovrebbe avere vita facile, nonostante abbassare la guardia potrebbe rappresentare un peccato mortale, magari trafitti dall’attuale topscorer piemontese Gregorio Anania (sette centri). Come ben sanno dirigenza e tifosi la parte attuale di calendario va sfruttata il più possibile così da portare tanto fieno in cascina in attesa di fisiologici cali. Proprio per questo ci si aspetta scenderà in campo il solito undici.

UNA PARTNERSHIP SENSAZIONALE – In porta Federico Del Frate, aiutato dai terzini Christian Testini e Andrea Giudici, nonché dalla coppia di centrali Denis Caverzasi-Roberto Rudi. Sulle fasce giostreranno Luca Giudici e Matteo Barzotti, mentre in cabina di regia spazio a Luca Guidetti e Matteo Arrigoni, con l’attacco che verterà sulle spalle di Denis Mair e Federico Corno , una coppia offensiva semplicemente determinante nei successi rossoblu. 26 i centri già realizzati assieme, ma c’è da scommettere che sapranno arricchire ulteriormente il proprio bottino, in un compito a cui cercherà l’atteggiamento offensivo sempre mostrato dal gruppo.

Domenica 10 gennaio, ore 14.30
Stadio “Jona Ottolenghi” di Acqui Terme
ACQUI (4-1-4-1): Scaffia; Benabid , Simoncin, Iannelli, Giambarresi; Boveri; Piovano, Anania, Genocchio, Cerutti; Lombardi. All. Buglio.
CARONNESE (4-4-2): Del Frate; Testini, Caverzasi, Rudi, Giudici A.; Giudici L., Guidetti, Arrigoni, Giudici L.; Corno, Mair. All. Zaffaroni.
ARBITRO: Gaetano Massara di Reggio Calabria

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi